FANDOM


"La sposa di Aule è Yavanna, la Dispensatrice di Frutti. Essa ama tutte le cose che crescono sulla terra e ne conserva nella propria mente le innumerevoli forme, da quelle degli alberi simili a torri nelle foreste di un tempo simili a muschio sulle pietre o alle cose piccole e segrete nell'argilla. Tra le Regine dei Valar, la devozione per Yavanna è seconda solo a quella di Varda. In forma di donna è alta vestita di verde; a volte pero assume altre sembianze. Alcuni l'hanno vista starsene come un albero sotto il cielo, coronata dal Sole, e da tutti i suoi rami stillava una rugiada dorata sulla terra spoglia, la quale diveniva verde di grano; ma le radice dell'albero affondavano nelle acque di Ulmo e i venti di Manwe parlavano tra le sue foglie. Kementari, Regina della Terra, è soprannominata in Eldarin, la lingua degli Eldar. "
—Yavanna, Il Silmarillion


Yavanna Kementári è una Valier, nonchè una degli Aratar e la seconda più importante delle Valier dopo Varda. Sorella maggiore di Vána e sposa di Aulë, è responsabile della crescita di tutte le cose, piante e frutti in Arda. Viene spesso definita anche Palúrien.

Etimologia Modifica

In Quenya, Yavanna significa appunto "Dispensatrice di Frutti", mentre "Kementári" sta per "Regina, Signora della Terra".

StoriaModifica

Durante gli Anni delle Lampade, Yavanna fu uno dei Valar che, piantando e facendo crescere piante e alberi che da lungo tempo aveva preparato, più contribuì alla Primavera di Arda. All'inizio, così come tutto ciò che i Valar avevano creato in Arda, queste cose prosperarono e crebbero; ma tuttavia Melkor aveva altri piani e dalla sua grande fortezza di Utumno nel lontano nord disseminò i suoi veleni nelle vene del mondo danneggiando irreparabilmente la Primavera di Arda.

A seguito di questo e della distruzione dei luminari di Illuin e Ormal, i Valar si trasferirono nella terra di Aman.

In questo luogo, Yavanna generò i due Alberi di Valinor, le sue più grandi e importanti creazioni, che portarono nuovamente la luce nel mondo. Ma la Terra di Mezzo fu lasciata nell'oscurità e tutte le cose viventi che sopravvissero alla distruzione vennero messe in letargo da Yavanna fino al sorgere del Sole e della Luna, molte centinaia di anni dopo.

Prendendo a modello Telperion, Yavanna creò Galathilion, il quale venne donato agli elfi di Valinor e piantato in Tirion. Da Galathilion discende Celeborn l'albero di Tol Eressëa. Da Celeborn discende Nimloth, l'Albero bianco di Númenor, e da un suo pollone, salvato da Isildur discende l' Albero Bianco di Gondor.

Dopo che Eru accettò la creazione di Aulë, i Nani, Yavanna temette che essi avrebbero abbattuto tutti gli alberi nella Terra di Mezzo. Parlò allora con Manwë, che le ricordò che nella Musica ella già aveva previsto che le sue creature fossero in grado di proteggere se stesse. Questo sarà infatti il compito degli Ent, i Pastori degli Alberi, finché gli Elfi avessero abitato la Terra di Mezzo e non fosse passata la gioventù degli Uomini.

Nella Terza Era, fu proprio Yavanna a scegliere Radagast come membro degli Istari, gli stregoni che si sarebbero dovuti opporre al rinato potere di Sauron.

Secondo la profezia, dopo la Dagor Dagorath, i tre Silmaril saranno recuperati e Fëanor, una volta liberato dalle aule di Mandos li offrirà alla Dispensatrice di Frutti, lei li romperà e riporterà in vita i Due Alberi.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale