Fandom

Tolkienpedia

Valar

1 727pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi
"I Grandi tra questi spiriti, dagli Elfi son detti Valar, cioè le Potenze di Arda, e gli Uomini li hanno spesso denominati dèi. Sette sono i Signori dei Valar; e sette sono anche le Valier, le Regine dei Valar. Questi i loro nomi nella lingua elfica qual era parlata a Valinor, benché altri ne abbiano nel linguaggio degli Elfi nella Terra di Mezzo, e plurimi siano i loro nomi tra gli Uomini. Ecco, nel debito ordine, i nomi dei Signori: Manwë, Ulmo, Aulë, Orome, Mandos, Lórien e Tulkas; e i nomi delle Regine sono: Varda, Yavanna, Nienna, Estë, Vairè, Vana e Nessa. Melkor non è più annoverato tra i Valar, e il suo nome non viene pronunciato sulla Terra."
—"Valaquenta", ne Il Silmarillion

I Valar, detti le Potenze di Arda, furono gli Ainur che entrarono nel Mondo all'inizio del Tempo. Il compito di questi fu di completarlo, e con le loro fatiche di attuare la visione che avevano scorto durante la Grande Musica al cospetto di Ilúvatar.

Nomi e etimologia Modifica

Il nome Valar (Vala al singolare) deriva dall'elfico primitivo e significa letteralmente "Esseri Angelici", relativo alla potenza e alla maestà; l'equivalente femminile è Valier e ad essi è dedicato Valanya il sesto giorno della settimana elfica.

In Sindarin sono noti col nome di Belain (Balan al singolare). Vengono comunemente chiamati Rodyn, e ad essi sono dedicati Orbelain (uguale al Valanya) e la costellazione Cerch i Mbelain. Sono inoltre noti come Signori di Valinor e Númehevuri che significa "Signori dell'Ovest".

In Adûnaico sono noti col nome di Avalôi e Avalôim che significa "Potenze". La forma femminile equivalente è Avalê e sono conosciuti con il titolo di Barîm an-Adûn "Signori dell'Ovest".

DescrizioneModifica

Manwe Sulimo by GustavoMalek.jpg

Manwë, Re di Arda e Signore dei Valar

Ogni Vala ha potere su un particolare elemento che corrisponde a quello che cantò di più nella Grande Musica; per esempio Ulmo è il Signore delle Acque mentre Manwë è il Signore dei Venti e delle Nuvole e di tutte le regioni d'aria. I Valar sono immortali e in quanto esseri di puro spirito possono assumere forme fisiche diverse benchè preferiscano mostrarsi spesso sotto forma di Elfi o Uomini o rimanere invisibili. In genere i Valar non hanno la necessità di parlare per esprimersi, in quanto sono in grado di proiettare i propri pensieri nella mente dell'interlocutore tuttavia non sono muti e per parlare durante grandi occasioni o cerimonie utilizzano una propria lingua detta Valarin, divenuta la lingua corrente di Valinor e dalla quale è derivato il Quenya, il latino efico.

StoriaModifica

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi le voci Ainulindalë, Seconda Guerra delle Potenze e Guerra d'Ira.

A lungo essi travagliarono nelle regioni di , la cui vastità trascende il pensiero di Elfi e Uomini, finchè a tempo debito fu fatta Arda, il Regno della Terra. Poi essi assunsero abito terrestre e vi dimorarono. E insieme ad essi giunsero in Arda anche i Maiar, popolo dei Valar, loro servi e ausiliari con il compito di aiutarli nella loro impresa.

Giunti in Arda, i Valar dovettero affrontare il loro simile Melkor, che aveva proclamato per sè il possesso del mondo. Questo scontro viene detto Prima Guerra delle Potenze ed ebbe luogo prima che Arda fosse completamente plasmata. Essa giunse al termine con la discesa nel mondo dell'ultimo Valar: Tulkas.

La prima dimora dei Valar fu l'Isola di Almaren nel Grande Lago, ma dopo che Melkor attaccò e distrusse i luminari di Illuin e Ormal e con il loro crollo Almaren venne distrutta, i Valar migrarono nella Terra di Aman, la più occidentale di tutte le contrade ai limiti del mondo: infatti le sue rive occidentali danno sul Mare Esterno che cerchia il Regno di Arda, mentre quelle orientali erano l'estremo limite del Grande Mare dell'Occidente. I Valar fortificarono la propria dimora alzando la catena montuosa delle Pelóri, sulla cui cima Manwë pose il proprio trono: Taniquetil. E dietro le mura delle Pelóri, essi stabilirono il proprio dominio nella regione di Valinor; e lì stabilirono le loro dimore, i loro giardini e torri.

Da Valinor, i Valar intervennero direttamente tutti insieme nelle vicende della Terra di Mezzo solo altre due volte: dopo il Risveglio degli Elfi, in quella che viene definita Seconda Guerra delle Potenze, e nella Guerra d'Ira, che vide la definitiva sconfitta di Melkor.

ElencoModifica

I Signori dei Valar e le Regine dei Valar, dette Valier, sono quattordici e i seguenti sono i loro nomi nella lingua elfica parlata in Valinor, il Quenya, benchè ne abbiamo molti altri nelle altre lingue degli Elfi e in quelle degli Uomini.

Signori dei ValarModifica

  • Manwë, Supremo Sovrano di Arda, Signore dell'Aria
  • Ulmo, Re del Mare, Signore di Tutte le Acque
  • Aulë, il Fabbro, Signore della Terra
  • Oromë, il Grande Cavaliere, Signore delle Foreste
  • Mandos, il Giudice, Signore della Morte e del Destino
  • Irmo, Signore del Desiderio, dei Sogni e delle Visioni
  • Tulkas, il Valoroso, Signore delle Guerra

Melkor, benchè discese sulla Terra con essi, non è più annoverato tra i Valar e il suo nome non viene più pronunciato sulla Terra.

Regine dei ValarModifica

  • Varda, Signora delle Stelle, sposa di Manwë, Regine Suprema di Arda
  • Yavanna, la Dispensatrice di Frutti, Signora della Terra
  • Nienna, Signora della Tristezza
  • Estë, la Guaritrice, Signora della Pace
  • Vairë, la Tessitrice, Signora della Storia
  • Vána, la Sempregiovane, Signora della Primavera
  • Nessa, la Danzatrice, Signora della Femminilità

AratarModifica

Tra tutti i Valar, Nove erano supremi in potere e in considerazione; uno però è stato tolto dal novero, e ne restano Otto, gli Aratar, i Supremi di Arda; Manwë e Varda, Ulmo, Yavanna e Aulë, Mandos, Nienna e Oromë. Benchè Manwë sia il loro Re e li mantenga soggetti a Eru, per maestà sono pari, superiori al confronto con chiunque altro, sia dei Valar che dei Maiar, e a ogni altra specie inviata da Ilúvatar in .


[[ru:Вал

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale