FANDOM


"La sposa di Oromë è Vána, la Sempregiovane; è la sorella minore di Yavanna; fiori d’ogni genere sbocciano ovunque passa e si aprono se vi posa sopra lo sguardo; a al suo giungere cantano tutti gli uccelli."
Il Silmarillion, Valaquenta, "I Valar".

Vána, conosciuta anche come Vána la Sempregiovane, appartiene alla stirpe degli Ainur ed è una delle Valier, patrona della primavera e della giovinezza.

E' la sorella più giovane di Yavanna ed è la sposa di Oromë, inoltre le Maiar Arien e Melian appartenevano alla sua schiera di servitori.

Etimologia Modifica

Vana è un nome di origine Quenya che significa "Bella"; in Noldorin è conosciuta altresì col nome di Banwen

Poteri e attributi Modifica

Come sua sorella Yavanna ha il potere di influenzare la flora e la fauna di Arda e ha contribuito a decorare la Terra di Mezzo con fiori e piante di rara bellezza. Ove ella posa il suo sguardo i fiori e le piante sbocciano di una stupenda fioritura e al suo passaggio tutti gli uccelli cantano lieti.

È inoltre la patrona della giovinezzaAssieme a Yavanna e Nessa è dunque una delle tre Valier patrone della natura, anche se Yavanna è la prima tra di esse per potenza essendo annoverata tra gli Aratar.

Storia Modifica

E' amica della Maia Melian che una volta, prima che divenisse Regina del Doriath, la serviva nei suoi giardini a Valinor. Quando Nessa, la sorella di suo marito Oromë, sposò Tulkas ella rivestì la cognata con i suoi splendidi fiori.

Alla sua schiera apparteneva anche la Maia Arien che sorvegliava i suoi meravigliosi giardini in Valinor e alla quale fu affidato il Sole dopo l'Ottenebramento di Valinor.

Maiar di Vána Modifica