Fandom

Tolkienpedia

Utumno

1 729pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi


"Melkor iniziò a scavare e a costruire una grande fortezza, sprofondata giù nella Terra, sotto montagne oscure dove i raggi d'Illuin erano freddi e pallidi."
J.R.R. Tolkien, ne "Il Silmarillion"

Utumno, conosciuta anche come Udûn, fu la prima grande fortezza e roccaforte di Melkor, costruita all'estremo nord della Terra di Mezzo. In questa roccaforte sotterranea, di cui Angband non era che una succursale, Melkor vi risiedette per migliaia di anni, raccogliendovi e creandovi mostri di ogni genere, tra cui anche l'orrenda razza degli Orchi. La fortezza fu spianata dai Valar durante la Seconda Guerra delle Potenze e mai più ricostruita.

Nomi ed etimologia Modifica

Utumno è il nome in Quenya della roccaforte di Melkor e significa letteralmente "Mondo Sotterraneo/Abisso Senza Fine" In Sindarin era invece nota come Udûn che significa "Abisso Infernale".

Descrizione Modifica

Non si conosce l'esatta struttura della fortezza, ma si sa che era enorme e che i Monti di Ferro formavano la sua cerchia muraria. Oltre all'esterno la roccaforte disponeva anche di grandi spazi interni ed era scavata nel terreno snodandosi nelle sue più nere profondità. Melkor vi aveva installato inoltre delle immense fucine da cui esalavano effluvi velenosi.

StoriaModifica

All'epoca in cui i Valar avevano costruito le Due Lampade, Illuin e Ormal, e la Primavera di Arda prosperava, Melkor fece segratemente ritorno in Arda e all'estremo Nord della Terra di Mezzo, dove i raggi di Illuin arrivavano deboli e pallidi, iniziò la costruzione di Utumno. Da Utumno, Melkor avvelenò e interferì con il lavoro fatto dai Valar durante la Primavera e, in seguito, assaltò le Due Lampade, abbattendone i pilastri e causando con il loro crollo la distruzione della simmetria originaria del mondo. Nella confusione del buio, Melkor fuggì riuscendo a raggiungere Utumno prima che il Vala Tulkas gli fosse addosso; e qui si tenne nascosto dalla ira dei Valar. I Valar si ritirarono dunque all'ovest a Valinor, in Aman, e Melkor stabilì il proprio dominio sulla Terra di Mezzo.

In questo periodo, Melkor raccolse tutti i suoi seguaci in Utumno e qui produsse mostri di diversi generi che per molto tempo turbarono il mondo. Inoltre costruì Angband, una fortezza a difesa della stessa Utumno.

Utumno sopravvisse ancora per molti millenni fino all'arrivo degli Elfi a Cuiviénen durante gli Anni degli Alberi quando la Terra di Mezzo era illuminata solo dalle stelle. Melkor, imprigionati alcuni Elfi nelle oscure profondità di Utumno, compì l'azione più odiosa a Ilúvatar: la creazione degli Orchi. Egli infatti, per mezzo di lente e crudeli arti, li corruppe e li rese schiavi deturbando la loro natura.

Quando anche i Valar si accorsero della comparsa degli Elfi, diedero il via alla Seconda Guerra delle Potenze: lungo e duro fu l'assedio di Utumno, e molte le battaglie che si combatterono davanti ai suoi cancelli e in quel tempo la forma della Terra di Mezzo fu nuovamente mutata. Alla fine però le porte di Utumno furono infrante e le sua aule scoperchiate e Melkor fu condotto prigioniero a Valinor.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale