FANDOM


Thrór fu un nano della stirpe del Popolo di Durin che visse durante la Terza Era. Figlio di Dáin I e fratello di Grór e Frór, fu Re Sotto la Montagna e padre di Thrain II e nonno di Thorin II. Sembra che Thrór possedesse uno dei sette Anelli del Potere che Sauron diede ai Re dei Nani a metà della Seconda Era. Fu ucciso a Moria da Azog il Profanatore nel 2790 TE e la sua morte fu la causa scatenante della Guerra tra i Nani e gli Orchi.

Etimologia Modifica

Thrór in Khuzdul significa letteralmente "Conquistatore"

Biografia Modifica

Origini e Re Sotto la Montagna Modifica

Thrór nacque nel 2542 TE da Dáin I, Re del Popolo di Durin. Dopo che un Drago del Gelo uccise suo padre e suo fratello Frór egli assieme al fratello Grór guidò il suo popolo a nord. Una volta attraversato Bosco Atro si divisero: una parte seguì Grór sui Colli Ferrosi, mentre la maggior parte dei Nani seguì Thrór alla Montagna Solitaria. Qui Thrór fondò un prospero e potente regno, restaurando il titolo di Re Sotto la Montagna; durante il suo regno venne trovata l'Arkengemma, che divenne il simbolo di regalità per eccellenza e fu posta sul trono del sovrano nella sua sala del consiglio. Thrór e il suo popolo divennero ricchi oltre ogni immaginazione e Elfi e Uomini lo riverivano come il più ricco e potente tra i signori dei Nani.

L'attacco di Smaug e l'esilio nel Dunland Modifica

Nel 2770 la prosperità di Erebor fu bruscamente interrotta dall'attacco repentino di Smaug che uccise molti Nani e s'impadronì della Montagna scacciandone Thrór e i suoi familiari. Il Popolo di Durin si trovò così un'altra volta ramingo ed intraprese dunque una marcia verso ovest cercando un posto dove ricominciare. Alla fine Thrór e suo figlio Thrain condussero la propria gente nel Dunland e qui dimorarono per alcuni anni, campando come meglio potevano e abbassandosi a compiere i lavori più umili per sopravvivere. I tempi della ricchezza di Erebor erano ormai solo un ricordo.

La morte Modifica

Morte di Thrór by steamey

Nel 2790 TE Thrór, terrorizzato dalla povertà e forse rimbambito dal maligno influsso dell'Anello, decise di partire da solo alla volta di Moria per rivendicarla, accompagnato dal fedele servitore Nár.

"Dal Dunland, dove abitava allora, si recò a nord con Nàr, ed essi traversarono il Valico Cornorosso e giunsero ad Azanulbizar. All’arrivo di Thrór il Cancello di Moria era aperto. Nàr lo supplicò di essere cauto, ma egli non vi fece caso, e vi entrò con il portamento altero di un erede che ritorna. Nàr non lo vide più uscire. Rimase lì nascosto per molti giorni, finché una sera udì un grido e lo squillo di un corno, e un corpo venne scaraventato sugli scalini esterni. Temendo che fosse Thrór, si avvicinò strisciando, ma una voce gridò dal cancello: «Coraggio, barbuto! Ti vediamo benissimo. Ma non devi avere paura, oggi. Ci servi come messaggero». Allora Nàr si avvicinò, e scoprì che era davvero il corpo di Thrór, mutilato però della testa, che giaceva bocconi. Mentre era inginocchiato accanto al cadavere del padrone udì una risata, e la voce dell’Orco disse: «Se i mendicanti non aspettano alla porta, ma entrano di nascosto e cercano di rubare, ecco come li trattiamo. Se un altro dei tuoi amici ficca la sua lurida barba qui dentro, avrà il medesimo trattamento. Va’ a dirlo in giro! Ma se la sua famiglia desidera sapere chi è adesso il re qui dentro, il nome è scritto sul viso. L’ho ucciso io! Sono io il padrone!». Allora Nàr voltò la testa mozza e vi vide marcato sulla fronte, in rune che egli sapeva leggere, il nome di AZOG. E in quell’istante quel nome si impresse nel suo cuore e in quello di tutti gli altri Nani. Nàr si chinò per prendere la testa, ma la voce di Azog disse: «Lasciala stare! Vattene! Eccoti una mancia, barba di accattone!». Si sentì colpire da un sacchetto. Conteneva poche monetine di scarso valore. Piangendo, Nàr fuggì lungo il corso dell’Argentaroggia; voltandosi, vide che degli Orchi erano usciti dal cancello e stavano facendo a pezzi il corpo, gettandone i frammenti ai corvi."
—La morte di Thrór, Il Signore degli Anelli, Appendici

Così morì Thrór, erede di Durin, e l'affronto fece inferocire i Nani di tutte le Casate che radunarono i loro guerrieri e scatenarono la Guerra tra i Nani e gli Orchi.

Adattamenti Modifica

Lo Hobbit a fumetti Modifica

Lo Hobbit: Un Viaggio Inaspettato (2012) Modifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.