FANDOM


I Signori di Adnúnië erano dei grandi nobili Numenoreani che avevano un proprio Principato nella regione di Andustar a Númenor e risiedevano nella città di Andúnië. Il titolo fu creato da Tar-Elendil, quarto Re di Númenor, dopo il matrimonio della figlia Silmariën con Elatan di Andúnië e il primo Signore di questo Principato fu Valandil, figlio di Silmariën e Elatan. I Signori di Andúnië divennero quindi la casata cadetta della Casa di Elros e i loro membri ereditarono i tratti caratteristici della casa reale, come una lunga vita e i poteri dei Re. Divennero molto influenti a Númenor, ottenendo un posto nel Consiglio dello Scettro e molti Re di Númenor scelsero le proprie spose tra le figlie di questa casata e molte figlie o nipoti di Re sposarono i Principi di Andúnië. Da questa casata discese Elendil, che divenne Alto Re dei Dúnedain della Terra di Mezzo e i cui figli fondarono le dinastie dei Re di Arnor e dei Re di Gondor.

Poteri e tesori Modifica

I Principi di Andúnië erano depositari di importanti tesori della Casa di Elros tra cui:

  • Anello di Barahir: non si sa perché ma l'Anello fu ceduto da Tar-Elendil alla figlia Silmariën e divenne parte del patrimonio dei Signori di Andúnië passando di padre in figlio. Dopo la caduta di Númenor fu portato da Elendil nella Terra di Mezzo e da lui passò da Isildur ai suoi discendenti di Arnor.
  • Narsil: la spada che era stata forgiata dal fabbro Telchar di Belegost fu donata da Tar-Elendil al nipote Valandil e da lui passò a tutti i suoi discendenti fino a Elendil. Portata nella Terra di Mezzo dopo la rovina di Númenor, fu spezzata da Sauron durante la Battaglia di Dagorlad e i suoi frammenti furono tramandati come reliquie dai Re di Arnor. Fu riformista alla fine della Terza Era per Aragorn.
  • Elendilmir: inizialmente fatta forgiare da Tar-Elendil per la figlia Silmariën, il gioiello di mithirl divenne il diadema dei Signori di Andúnië, per poi divenire la corona reale dei Re di Arnor. Perduta alla morte di Isildur fu ritrovata a Isengard da Aragorn.
  • Scettro di Andúnië: poiché i Signori di Andúnië discendevano dalla Casa di Elros, fu forgiato per loro uno scettro che era in tutto e per tutto uguale a quello dei Re di Númenor e regolava la successione nel principato esattamente come per la casa reale. Dopo la distruzione di Númenor fu portato nella Terra di Mezzo da Elendil e divenne lo scettro dei Re di Arnor, assumendo il nome di Scettro di Annúminas.
  • Palantír: i Signori di Andúnië possedevano diversi Palantiri (o Pietre Veggenti) che custodivano nei propri palazzi. Forgiate da Fëanor durante gli Anni degli Alberi, ne furono donate diverse ai Dúnedain dagli Elfi di Valinor che facevano frequenti visite da Tol-Eressëa. Un enorme Palantír era custodito nel palazzo dei Re di Númenor ad Armenelos. Elendil riuscì a salvarne sette dalla distruzione di Númenor e in seguito furono divise tra Arnor e Gondor.

I Signori di Andúnië, essendo discendenti della Casa di Elros, avevano ereditato molte delle caratteristiche dei Re dei Dúnedain come ad esempio i poteri taumaturgici, la preveggenza e una vita molto più lunga persino rispetto agli standard dei Dúnedain. Quando i Re di Númenor cominciarono ad essere corrotti dalle dottrine degli Uomini del Re, i Signori di Andúnië si mantennero invece fedeli ai Valar e agli Elfi e mentre le vite dei Re si dimezzavano la loro fedeltà gli permise di mantenere delle vite molto lunghe. Divennero dunque i capi della fazione degli Elendili e il loro Principato divenne un rifugio per tutti quei numenoreani Fedeli che volevano fuggire alle persecuzioni degli Uomini del Re.

Lista dei Signori di Andúnië Modifica

Non si conosce la lista completa dei Signori di Andúnië, ragion per cui solo alcuni vengono ricordati. Tra questi vi furono:

  • Valandil di Andúnië (630 SE - 930 SE circa): figlio di Silmariën e nipote di Tar-Elendil, fu il primo Signore del Principato.
  • Dopo Valandil vi furono 13 Principi di Andúnië di cui non si conoscono né il nome né le date di regno
  • Eärendur di Andúnië (2900 SE circa - 3080 SE circa): quindicesimo Principe di Andúnië, visse durante il regno di Ar-Sakalthôr. Fu il pro-zio di Tar-Palantír, penultimo Re di Númenor, e bisnonno di Amandil.
  • Sconosciuto (3080 SE circa - 3100 SE circa)
  • Númendil di Andúnië (3100 SE circa - 3260 circa): diciassettesimo Principe di Andúnië fu il padre di Amandil di Andúnië. Durante il suo regno i Principi di Andúnië furono costretti da Ar-Gimilzôr a trasferirsi nella città di Rómenna.
  • Amandil (3260 SE circa- 3316 SE): diciottesimo Principe di Andúnië cercò di dissuadere Ar-Pharazôn dal seguire i consigli di Sauron, per poi partire verso Ovest per cercare di intercedere presso i Valar.
  • Elendil (3316 SE - 3319 SE): figlio di Amandil fu il diciannovesimo e ultimo Principe di Andúnië. Avvisato in tempo da Ulmo organizzò una flotta con la quale trasportò i suoi figli e tutti gli Elendili di Númenor nella Terra di Mezzo prima che l'Ovesturia fosse distrutta. Divenne il primo Alto Re dei Dúnedain nella Terra di Mezzo.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale