FANDOM


Racconti Incompiuti

Copertina de "I Racconti Incompiuti" dell'edizione Bompiani (2013).

Racconti Incompiuti (Unfinished Tales, nell'originale inglese) sono una raccolta di racconti di J.R.R. Tolkien, curata e pubblicata postuma da suo figlio Christopher Tolkien nel 1980.

Le storie raccolte possono essere considerate rielaborazioni di vicende narrate in forma più concisa (o perlomeno accennate) altrove, espandendo elementi già presenti ne Il Silmarillion o ne Il Signore degli Anelli.

Le fonti dell'opera sono le note e i manoscritti del Professore, già rielaborati in precedenza sempre dal figlio Christopher per la stesura de Il Silmarillion. I racconti sono tutti "incompiuti", ma in misura variabile e nelle diverse accezioni del termine, essendo spesso versioni alternative rispetto a quelle già pubblicate oppure frammentarie.

In Italia, l'opera ha avuto numerose edizioni Bompiani nella traduzione di Francesco Saba Sardi.

Ispirazione Modifica

Il libro nasce esattamente come Il Silmarillion dalla volontà di Christopher Tolkien di rendere pubbliche le storie che il padre non riuscì a perfezionare ed ultimare prima della sua morte, ma che arrichiscono notevolmente la natura e l'ampiezza della sua opera. Tuttavia, benché i motivi a favore della sua pubblicazione siano simili, il suo obiettivo è differente.

" [...] eccenzion fatta per particolari di minor conto, [...] non ho apportato cambiamenti in nome della coerenza con le altre opere pubblicate, ma ho preferito richiamare l'attenzione su contraddizioni o variazioni. Sotto questo profilo, dunque, "Racconti Incompiuti" differisce sostanzialmente dal "Silmarillion", dove l'obiettivo primario ancorchè non esclusivo del curatore consisteva nel pervenire a una coerenza sia interna che esterna; [...]'"
—Christopher Tolkien, Racconti Incompiuti, Introduzione.

La narrazione dei Racconti Incompiuti non costituisce un insieme uniforme, e non vi è stato da parte del curatore alcuno sforzo per renderla coerente. La forma è quella di una raccolta di scritti diversi per forma, scopo, completezza e data di stesura.

Nell'introduzione, Christopher Tolkien si sofferma in modo particolare su ognuno dei racconti inseriti, specificando l'origine della versione presentata e le scelte del curatore nella sua presentazione nel volume.

Pubblico di destinazione Modifica

" [...] e va subito detto che in parte questo libro sarà ritenuto scarsamente renumerativo da lettori del "Signore degli Anelli" i quali, convinti che la struttura storica della Terra di Mezzo sia un espediente e non un fine, la modalità dell'esposizione e non il suo scopo, sentono punto o poco il desiderio di un'ulteriore ricerca fine a se stessa [...]."
—Christopher Tolkien, Racconti Incompiuti, Introduzione.

Nell'introduzione del volume, Christopher Tolkien afferma di essere consapevole che l'opera potrebbe non soddisfare i lettori desiderosi di vedere una storia completamente nuova, una continuazione del ciclo epico. L'insieme di racconti è infatti in parte una "ricerca fine a se stessa" all'interno della storia già esistente, contribuendo a introdurre particolari e dettagli di eventi già noti.

Il libro è quindi rivolto a coloro che vedono in questi dettagli qualcosa di più profondo di semplici particolari cuoriosi o mera erudizione di carattere cronologico o geografico di un mondo inventato. Il successo dell'opera cancellò però i timori di Christopher Tolkien, mostrando invece l'elevato interesse dei lettori per opere di questo genere.

Struttura Modifica

Il libro è strutturato in quattro parti, dividendo i racconti secondo la cronologia di Arda in tre Ere del Sole, più un ultima parte in cui sono inseriti approfondimenti vari. Il testo è spesso poi correlato da una notevole quantità di note.

Prima Parte Modifica

La prima parte contiene due storie della Prima Era, ambientate nel Beleriand, al tempo della Guerra dei Gioielli e già presenti con meno dettagli ne Il Silmarillion.

  1. Tuor e il suo arrivo a Gondolin. Nel primo racconto si narra di Tuor fino al suo arrivo a Gondolin, la città nascosta degli Elfi, dove venne inviato dal Vala Ulmo per salvarla dalla sua caduta. Un'altra versione completa del racconto si può trovare nel libro Racconti Perduti così come nel volume La Caduta di Gondolin, monografia che raccoglie la storia e le versioni di questo racconto.
  2. Narn I Hin Húrin. Il secondo racconto narre le gesta di Túrin Turambar fino alla sua morte. Oltre a Il Silmarillion, un'altra versione della storia si può trovare ne Racconti Perduti; inoltre una versione più lunga è stata successivamente raccolta nel romanzo I Figli di Húrin.

Seconda Parte Modifica

È incentrata su storie della Seconda Era relative ai Numenoreani e agli Elfi della Terra di Mezzo.

  1. Descrizione dell'isola di Númenor. Si tratta di una descrizione geografica delle caratteristiche dell'isola di Númenor, sede del regno dei Dúnedain.
  2. Aldarion ed Erendis: la moglie del marinaio. Il racconto tratta la storia di Anardil (in seguito noto come Tar-Aldarion), figlio del Re di Númenor Tar-Meneldur, diviso tra l'amore per sua moglie Erendis e quello per il mare.
  3. Il lignaggio di Elros: Re di Númenor. È un elenco dei Re e Regine di Númenor, con alcuni particolari sulla vita di ciascuno.
  4. La storia di Galadriel e Celeborn e di Amroth Re del Lórien. Si tratta di un insieme di note e appunti piuttosto frammentari, spesso uniti dagli interventi del curatore, sulla storia di Galadriel e di Celeborn e sulla leggenda di Amroth, già accennata ne Il Signore degli Anelli con la Canzone di Nimrodel.

Terza Parte Modifica

Consiste di racconti o approfondimenti di eventi della Terza Era, legati all'ambientazione de Il Signore degli Anelli.

  1. Il disastro dei Campi Iridati. Si tratta della cronaca della Battaglia dei Campi Iridati, in cui Isildur morì e l'Unico Anello fu smarrito nell'Anduin.
  2. Cirion ed Eorl e l'amicizia di Gondor e Rohan. Questo racconto narra la nascita dell'alleanza tra Gondor e gli Éothéod di Eorl, a cui venne donato da parte di Cirion Sovrintendente di Gondor il dominio del Calenardhon, futuro Regno di Rohan, dopo il sopporto prestato nella Battaglia del Campo di Celebrant.
  3. La Cerca di Erebor. Nel racconto, ambientato dopo l'Incoronazione di Re Elessar, Gandalf racconta a FrodoMerryPipino e Gimli di come riuscì a organizzare il viaggio dei Nani verso la Montagna Solitaria in cui coinvolse anche Bilbo.
  4. La caccia all'Anello. Si tratta di particolari raccontati da Gandalf a Frodo sul viaggio dei Nazgûl, su Saruman e sulla Contea nei primi momenti della Guerra dell'Anello.
  5. Le Battaglie dei Guadi dell'Isen. Il racconto appronfondisce gli scontri portati avanti da Théodred ed Éomer di Rohan contro gli eserciti di Saruman ai Guadi dell'Isen, prima della Battaglia del Fosso di Helm.

Quarta Parte Modifica

L'ultima parte contiene approfondimenti vari, che non sono confinati all'interno di una sola epoca.

  1. I Drúedain. Informazioni sul popolo dei Drúedain, discendenti da Haleth e già incontrati ne Il Signore degli Anelli.
  2. Gli Istari. Si tratta della storia della scelta e dell'arrivo nella Terra di Mezzo degli Istari, compresi dettagli sulla vita, l'identità e l'operato.
  3. Le Palantíri. Informazioni sui Palantír, le Pietre Veggenti di GondorArnor, e la loro storia durante la Terza Era.

Il volume è inoltre corredato da varie appendici e da esaurienti note.

Accoglienza Modifica

I Racconti Incompiuti furono una successo editoriale, dimostrando che la domanda per le storie di Tolkien molti anni dopo la sua morte non solo era ancora presente, ma addirittura in crescita.

Considerato questo, Christopher Tolkien si imbarcò in un progetto ancora più ambizioso, ovvero i dodici volumi della The History of Middle-earth comprendente quasi l'intero corpo degli scritti di Tolkien sulla Terra di Mezzo (di cui solo i primi due volumi sono disponibili in italiano: Racconti Ritrovati e Racconti Perduti).