FANDOM


Questo articolo è stato importato da Wikipedia, tuttavia dovrebbe essere migliorato.
Scopo di Tolkienpedia non è riproporre "alla lettera" i concetti già espressi in Wikipedia, ma costituire un progetto autonomo per struttura e contenuti. Provvedi quindi a sviluppare questa voce in modo indipendente rispetto a Wikipedia. Rimuovi questo template una volta terminato il lavoro. Grazie!
Nimloth.jpg

Nimloth, l'Albero bianco Númenor

Nimloth, parola sindarin per "fiore bianco"[1], era il nome dell'Albero Bianco di Númenor, un reame di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien. Era il nome dell'Albero Bianco di Númenor, donato dagli Eldar ai númenóreani all'inizio della Seconda Era, in quanto discendente dell'albero Celeborn di Tol Eressëa.

Nimloth, che era stato per millenni il simbolo del legame dei Númenóreani con gli Eldar e i Valar, iniziò a deperire col crescere dell'arroganza degli ultimi sovrani númenóreani, seccandosi man mano i suoi rami e le radici. Nel periodo della cattività di Sauron in Númenor, il re Ar-Pharazôn su istigazione di Sauron, arrivò persino ad abbattere quel simbolo di alleanza e fratellanza. Ma Isildur, figlio di Elendil, non appena seppe della decisione del Re, rubò uno degli ultimi frutti e piantò il seme nella residenza del nonno Amandil, a Rómenna. L'albero che nacque da quel seme venne portato da Isildur nella Terra di Mezzo quando, assieme al fratello e al padre, dovette fuggire da Númenor prima della Caduta.

Dall'albero Nimloth discendono tutti gli Alberi Bianchi di Gondor.


Note Modifica

  1. La parola deriva dal Quenya Ninquelótë, che ha il medesimo significato, ed era appellativo di Telperion.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale