FANDOM


Nenya, l’Anello dell’Acqua o Anello di Diamante, è uno dei tre Anelli del Potere degli Elfi, insieme a Narya e Vilya.

Fu affidato a Galadriel e venne conservato da lei per tutta la sua vita. Viene descritto come l’anello della bellezza poiché possedeva il potere di nascondere agli occhi del male le opere realizzate, infatti la regina di Lórien riuscì a difendere la sua terra da Sauron grazie al potere del manufatto.

Etimologia Modifica

Il nome Nenya deriva dalla parola Quenya nén che significa "acqua", da cui ha origine l'appellativo di "Anello dell'Acqua".

Descrizione e poteri Modifica

L'Anello era stato forgiato in argento o mithril e probabilmente aveva un diamante incastonato nel corpo. Aveva il potere di preservare le cose belle dalla corruzione del male e di proteggerle dal decadimento del tempo, oltre ad occultarle alla vista dei malvagi.

Storia Modifica

Nenya 02.jpg

Nenya, nell'adattamento cinematografico di Peter Jackson.

Nenya venne forgiato insieme a Narya e Vilya da Celebrimbor nella Seconda Era, grazie all'assenza di Sauron durante la creazione dell’anello il manufatto non venne mai a contatto con il male e poté preservare il suo potere durante il predominio dell’Oscuro Signore. L’anello venne affidato a Galadriel che lo conservò, grazie al potere di Nenya la regina elfica costruì nella Terra di Mezzo il reame di Lórien.

Nenya perse i suoi poteri dopo la caduta di Sauron e venne condotto verso Aman da Galadriel che partì con i possessori degli altri due anelli Gandalf ed Elrond. Il reame di Lórien dopo la partenza della sua regina col tempo finì per crollare poiché anche il marito Celeborn decise di raggiungere la terra di Aman.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale