FANDOM


Il Nargothrond era il nome della fortezza costruita da Finrod Felagund sulle rive del fiume Narog nel Beleriand. La roccaforte fu la capitale dell'omonimo regno di Felagund, che arrivò ad includere le vicine colline di Taur-en-Faroth e Talath Dirnen nel nord. Dopo la morte di Finrod il regno fu governato per alcuni anni da suo nipote Orodreth, per poi venire distrutto dalle armate di Morgoth guidate da Glaurung nel 495 PE.

Etimologia Modifica

Nargothrond è una parola Sindarin che è la traslitterazione della parola Nulukkhizdîn che nella lingua dei Nani, il Khuzdul, significa letteralmente "Fortezza Sotterranea sulle rive del Narog".

Descrizione Modifica

Mappa Nargothrond

Mappa del Nargothrond

Finrod prese l'ispirazione per la sua fortezza dalla roccaforte di Menegroth del suo pro-zio Thingol nel Doriath. Come la reggia di Menegroth anche il Nargothrond si snodava in grandi aule sotterranee collegate tra loro da grandi corridoi decorati. I saloni erano immensi, tanto che un drago poteva muoversi agilmente senza pericolo di urtare le colonne. Inizialmente non vi era nessun ponte che collegasse i cancelli nascosti della città con la riva est del Narog, obbligando dunque chi volesse lasciare la fortezza a fare lunghi giri a nord o a sud alla ricerca di un guado. Le cose cambiarono con l'arrivo di Turin Turambar nel 489 PE: l'eroe infatti, approfittando del suo ascendente sul Re Orodreth, impose al Nargothrond una politica aggressiva contro Morgoth e fece costruire un ponte che collegasse i cancelli con la riva est. Sebbene inizialmente si rivelasse assai comodo, permettendo ai Noldor di schierare in poco tempo il proprio esercito, in seguito si rivelò una rovina.

Popolazione Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi le voci Noldor e Sindar.

Il Nargothrond era abitato da una numerosa popolazione di Noldor e alcuni Sindar che decisero di seguire il proprio signore Finrod. Non si sa con esattezza quanti fossero, ma dovevano essere parecchie migliaia.

Storia Modifica

La Fondazione Modifica

Finrod

Finrod Felagund, fondatore del Nargothrond

Una volta giunto nel Beleriand i Noldor delle schiere di Fingolfin e Finrod cominciarono a costruire i propri reami nel nord della Terra di Mezzo: Fingolfin stabilì il proprio dominio nell'Hithlum, i Figli di Fëanor fondarono ad est la Marca di Maedhros, mentre inizialmente Finrod si stabilì presso Tol-Sirion, mentre i suoi fratelli si stabilirono nel Dorthonion. Un giorno, mentre discendeva il fiume verso sud assieme al cugino Turgon, si accampò presso le rive del fiume e cadde in un sonno profondo. Accadde dunque che il Vala Ulmo inviò ai due Noldor dei sogni profetici nei quali gli suggeriva di costruire delle fortezze segrete e inespugnabili in previsione dell'assalto di Morgoth da Angband. Mentre Turgon ritornò nel Nevrast intenzionato a costruire la sua città di Gondolin, Finrod, con i fratelli Angrod Aegnor e Galadriel, si recò presso Menegroth. Essi infatti, essendo nipoti di Olwë di Alqualondë, erano strettamente imparentati con Thingol. Il Re li accolse benevolmente in quanto suoi consanguinei, tuttavia i fratelli tennero nascosto al prozio la storia del Primo Fratricidio. Impressionato dalla magnificenza di Menegroth, Finrod espresse al parente l'intenzione di costruire un proprio palazzo su quel modello: allora Elu Thingol parlò al nipote delle profonde gole che si estendevano ad ovest del fiume Narog, reputandole adatte al progetto di Finrod.

Le Guerre contro Morgoth Modifica

Durante il regno di Finrod, i soldati del Nargothrond non si spinsero mai in guerra aperta contro Morgoth. Preferirono invece compiere azioni di guerriglia contro piccole armate di Orchi. Questa strategia serviva soprattutto per impedire a Morgoth e ai suoi servi di conosciere l'esatta ubicazione della fortezza. Dopo il rovescio della Dagor Bragollach, Finrod (salvatosi a stento grazie all'intervento di Barahir) si ritirò dal nord abbandonando i suoi feudi e rinchiudendosi nella sua fortezza. Qui venne raggiunto dai cugini Celegorm e Curufin, a loro volta cacciati dalle loro terre. Tuttavia la convivenza non fu facile, in quanto i due fëanoriani approfittarono dell'ospitalità del cugino per tentare d'impadronirsi del suo regno e Finarfin con fatica teneva a bada le loro trame.

La morte di Finrod e regno di Orodreth Modifica

Beren e Finrod by Anke Eißmann

Beren chiede aiuto a Finrod per la sua impresa

Nel 468 PE, Finrod decise di unirsi alla missione di Beren e Luthien. Egli venne però catturato e rinchiuso nell'oscura fortezza di Tol-in-Gaurhoth insieme a Beren. Dopo parecchi giorni di prigionia Finrod, figlio di Finarfin e re del Nargothrond, venne ucciso da uno dei mannari di Sauron. Beren, invece, riescì a salvarsi grazie all'intervento di Luthien e Huan.

Orodreth

Nel frattempo il Nargothrond venne governato dal nipote di Finrod, Orodreth, il quale si trovò a resistere alle pressioni di Celegorm e Curufin che volevano impossessarsi del regno di Felagund. Questi avevano addirittura sequestrato Luthien e l'avevano segregata nei loro appartamenti nel Nargothrond, dai quali la fanciulla riuscì però a fuggire grazie all'aiuto del mastino Huan, commossosi per la sua situazione. Alla notizia della morte di Finrod, però, il popolo del Nargothrond si ritorse contro i due figli di Fëanor, costringendoli alla fuga.

Orodreth, durante il suo regno, mantenne una politica difensiva celando la posizione della città a Morgoth che da sempre cercava di trovare il Nargothrond e distruggerlo. Infatti, ben pochi soldati del Nargothrond seguirono Gwindor alla Nirnaeth Arnoediad e lo fecero contro la volontà dello stesso sovrano.

L'arrivo di Turin e la fine del Nargothrond Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi le voci Battaglia di Tumhalad e Sacco del Nargothrond.
Turin e Finduilas by Denis Gordeev-0

Turin e Finduilas nelle Aule del Nargothrond

Nel 489 PE, Gwindor, fuggito dalle prigioni di Angband, si imbattè in Túrin. I due diventarono amici e si recarono entrambi nel Nargothrond. Lì Túrin, a causa del suo carisma e della bassa influenza di Orodreth, portò il popolo del Nargothrond ad avere una mentalità sempre più aggressiva nei confonti di Morgoth. Importante fu la costruzione di un ponte sul Narog, ponte che dava facile accesso alla fortezza.

Caduta del Nargothrond by Denis Gordeev

La Caduta del Nargothrond

La reazione di Morgoth non si fece attendere: dopo poco tempo, infatti, inviò un esercito guidato dal temibile Glaurung nelle valli del Narog. Facilitati dalla presenza del ponte e dalla mancanza di Túrin, gli Orchi riuscirono con facilità ad entrare nella fortezza, saccheggiandola e uccidendone gli abitanti. Durante lo scontro, noto come Battaglia di Tumhalad, Orodreth e gran parte dei suoi soldati rimasero uccisi. Tutti gli altri furono fatti prigionieri. Quindi, il Nargothrond fu completamente saccheggiato: le ricchezze furono ammassate nella sala centrale e costituirono il letto del drago Glaurung che rimase qui per molti anni.

Hurin uccide Mîm

Turin uccide Mîm

Quando Glaurung lasciò le aule di Finrod Felagund, Mîm il Nanerottolo approfittò della mancanza di sorveglianza per fare del Nargothrond la sua nuova dimora. Poco dopo però, venne raggiunto da Húrin che, in preda all'ira, lo uccise e si appropriò dell'immenso tesoro. Alla fine della Prima Era, durante la Guerra d'Ira, il Nargothrond fu inondato e sommerso insieme a gran parte del Beleriand.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.