FANDOM


I Númenóreani Neri erano una razza di uomini discendente da quegli abitanti di Númenor che si dichiaravano fedeli solo al proprio Re e rinnegarono la fedeltà a Valar e l'alleanza con gli Elfi, divenendo noti come Uomini del Re. Dopo alcuni secoli gli Uomini del Re diventarono la maggioranza a Númenor e coloro che si serbavano fedeli ai Valar e agli Elfi, che per questo furono chiamati "Fedeli", furono costretti a ritirarsi nel Principato di Andúnië sotto la protezione di Amandil. La loro arroganza causò la rovina di Númenor che venne distrutta dai Valar, ma alcuni di loro sopravvissero e si stabilirono nella parte meridionale della Terra di Mezzo sulle coste di Harad. Durante la Terza Era furono alleati di Sauron contro Gondor e i Popoli Liberi della Terra di Mezzo e combatterono nella Guerra dell'Anello come Capitani degli eserciti di Mordor.

Storia Modifica

Seconda Era Modifica

Origini Modifica

Black Numenorean Second Age.jpg

Col passare dei secoli i Numenoreani cominciarono a divenire sempre più arroganti e, sebbene vivessero molto più a lungo degli altri Uomini, a temere la morte incolpando i Valar di non avergli concesso l'immortalità e invidiando gli Elfi perché possedevano ciò che essi bramavano più di ogni altra cosa. Questi cominciarono a farsi chiamare "Uomini del Re" e cominciarono a raccogliere sempre più seguaci tra coloro che non accettavano il Fato degli Uomini e divenendo gradualmente la maggioranza della popolazione. Nel 2221 SE un esponente di questa dottrina, Tar-Ancalimon, divenne Re di Númenor e gli Uomini del Re acquisirono sempre più influenza e ciò rese i Númenoreani predisposti alle menzogne di Sauron.

Quando Ar-Pharazôn, che apparteneva agli Uomini del Re, condusse Sauron prigioniero a Númenor questi non ebbe difficoltà a corrompere gli uomini che, abbandonando il culto dei Valar, avevano creato un terreno fertile affinché il Male prosperasse nei loro cuori. Sauron, nel frattempo divenuto Primo Consigliere del Re, cominciò a diffondere menzogne nel cuore dei Numenoreani: egli disse che in realtà Eru Ilúvatar era un'invenzione dei malvagi Valar, i quali se ne servivano per tenere lontani gli Uomini dal vero Signore di Arda Melkor, che essi avevano imprigionato nel Vuoto. Se gli Uomini volevano ottenere l'immortalità, diceva, avrebbero dovuto abbandonare il culto di Eru e convertirsi a quello di Melkor, convertendo i santuari. Purtroppo gli Uomini del Re dettero ascolto a queste folli menzogne e si convertirono in massa al nuovo culto, creando una frattura insanabile con i Fedeli, cioè i Numenoreani che ancora si serbavano fedeli a Eru e ai Valar. Fu grazie alla loro conversione a questo culto depravato che gli Uomini del Re si guadagnarono il nome di Numenoreani Neri. La fine di Númenor fu decretata, oltre che dall'arroganza degli Uomini del Re, quando Ar-Pharazôn, prestando ascolto ai consigli di Sauron, decise di attaccare Valinor per prendersi l'immortalità con la forza nel 3319 SE.

Dopo la distruzione di Númenor Modifica

Black Númenóreans.jpg

Numenoreani Neri nel Porto di Umbar

Quando Númenor venne distrutta, ciò non decretò la fine degli Uomini del Re: essi infatti erano particolarmente forti e numerosi nelle colonie numenoreane della Terra di Mezzo meridionale e furono rafforzate ulteriormente da alcuni sopravvissuti alla distruzione del continente. La loro roccaforte era a nord della città di Umbar e i loro domini si estendevano su buona parte di Harad, fino ai confini di Mordor. Inizialmente si serbarono indipendenti sia dall'Oscuro Signore che da Gondor (i cui abitanti li disprezzavano chiamandoli Rinnegati, sentimento ricambiato dai Numenoreani Neri), anche se non troncarono del tutto i loro rapporti con i cugini occidentali: infatti la moglie del Re di Gondor Tarannon Falastur, apparteneva ad una nobile famiglia di Numenoreani Neri di Umbar. Tuttavia durante la Terza Era essi ufficializzarono la propria alleanza con Sauron e ne divennero i fedeli servitori, combattendo ferocemente i Popoli Liberi della Terra di Mezzo.

La Terza Era Modifica

Black Numenorean wiht Mumak.png

Un Numenoreano Nero con un Mumak. I Numenoreani Neri all'inizio della Terza Era imposero il proprio dominio sugli Haradrim e ne guidarono gli eserciti contro Gondor

Per molto tempo non si ebbero notizie dei Numenoreani Neri, tuttavia quando le forze del Male cominciarono ad attaccare i regni degli Uomini essi riapparvero come alleati di Sauron e dei suoi servitori. Durante le guerre tra il Re Stregone di Angmar e il Re di Arnor essi fecero la loro sporadica presenza come capitani delle armate di Angmar, anche se buona parte di coloro che combatterono al nord fu uccisa o dispersa dopo la Battaglia di Fornost. Al sud invece i Numenoreani Neri crearono molti problemi a Gondor. Tuttavia scomparvero per molto tempo dalla storia dopo la batosta infertagli nel 1050 TE da Hyarmendacil I re di Gondor che disperse le loro armate e quelle degli Haradrim loro alleati in una grande battaglia che riportò Umbar sotto il Regno di Gondor per diversi secoli. Non si sa cosa gli accadde tuttavia è possibile formulare alcune ipotesi: la maggior parte di loro fuggì ad est della Terra di Mezzo nel profondo Harad e nei denti di Rhûn, dove si mescolò con gli Esterling che vivevano quelle terre e vennero assorbiti da quei popoli; un parte numerosa di essi tuttavia, raggiunse Mordor per cercare la protezione di Sauron, il quale gli concesse alcune terre nei pressi del Mare di Nurn che gli consentirono di sopravvivere.

La Guerra dell'Anello Modifica

Mouth of Sauron.jpg

La Bocca di Sauron nella versione cinematografica di Peter Jackson. Esso era uno dei Luogotenenti di Sauron più potenti

I Numenoreani Neri riapparvero alla fine della Terza Era durante la Guerra dell'Anello, durante la quale servirono come capitani delle armate di Mordor contro Gondor e lo servirono come diplomatici presso le tribù di Haradrim e Sudroni. Essi guidarono gli eserciti dell'Oscuro Signore anche contro Erebor e uno di essi, Agandaur, prese il comando delle forze di Angmar guidando alcune incursioni nella regione dell'Eriador, mentre un altro, conosciuto come la Bocca di Sauron, fu inviato a parlamentare con l'Esercito degli Uomini schierato fuori dal Cancello Nero di Mordor.

La Quarta Era Modifica

Dopo la sconfitta di Sauron nella Battaglia del Cancello Nero si suppone che i Numenoreani Neri siano stati definitivamente dispersi e, con il tempo, che si siano estinti. Tuttavia Tolkien nel suo abbozzo per il seguito del Signore degli Anelli ("Una Nuova Ombra") accenna all'esistenza di un culto segreto dedicato a Melkor e a Sauron durante il regno di Re Eldarion, figlio di Re Elessar, il che porta a sospettare che alcuni Numenoreani Neri in realtà sopravvissero e che siano riusciti in qualche modo ad infiltrarsi nel regno di Gondor.

Cultura Modifica

Religione Modifica

Benché all'inizio come tutti i Dúnedain essi adorassero i Valar ed Eru, durante il regno di Ar-Pharazôn essi abbandonarono la loro antica religione per adorare Melkor e sostituirono i propri santuari dedicati ad Eru con quelli dell'Oscuro Signore.

Lingua Modifica

I Numenoreani Neri parlano soprattutto l'Adunaico e le sue varianti. Quando Númenor esisteva ancora, essi, a differenza dei Fedeli, rifiutarono la lingua Quenya e la sostituirono con l'Adunaico durante le cerimonie e gli atti ufficiali di corte. Quando Númenor cadde e si trasferirono nella Terra di Mezzo, essi rifiutarono testardamente di adottare l'Ovestron, come tutti gli altri Uomini, preferendo serbarsi fedeli alle loro tradizioni. Col tempo impararono anche il Linguaggio Nero di Sauron e ora sono in grado di parlare correntemente entrambe le lingue.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale