FANDOM


Morwen, conosciuta anche come Eledhwen, fu una donna appartenente alla stirpe degli Edain della Casa di Bëor che visse durante la Prima Era nel Beleriand. Figlia di Baragund e sorella di Rían, sposò Húrin Thalion della Casa di Hador al quale dette tre figli: Túrin, Lalaith e Niënor.

Etimologia Modifica

Il nome Morwen era di origine Sindarin e significa letteralmente "Dama Nera", nome datole a causa dei suoi capelli nerissimi. Era altresì conosciuta con il soprannome di Eledhwen che in Sindarin significa "Dama Elfica", questo nome le fu dato a causa della sua grande somiglianza con le donne del popolo dei Noldor.

Biografia Modifica

Origini Modifica

Morwen nacque nel Dorthonion da Baragund figlio di Bregolas nel 443 PE ed era dunque cugina di Rían e Beren. nel 455 PE f costretta a fuggire assieme alle donne e ai bambini della Casa di Bëor mentre suo padre e lo zio rimanevano nel Dorthonion a com∫attore contro le armate di Morgoth assieme a Barahir. Assieme alla madre e alla cugina Rían si stabilì nello Hithlum ospite degli Uomini della Casa di Hador.

Il matrimonio con Húrin Modifica

Nel 461 PE sposò Húrin Thalion, erede del Dor-lómin: i due sposi non potevano essere più diversi: lei alta e dai capelli nerissimi, aveva un carattere algido e distaccato, mentre lui biondo e forte era il ritratto della bonarietà e dell'allegria. Tuttavia fu un matrimonio felice e da questa unione nel 464 PE nacque un figlio cui fu dato il nome Turin. In seguito ebbe una figlia denominata Urwen Lalaith, che però morì molto piccola a causa di una malattia che rischiò di uccidere anche Turin. Nel 472 PE il marito la lasciò per partecipare con i suoi uomini alla Nirnaeth Arnoediad. Quando il marito partì era già incinta di Niënor, la sua terza figlia.

Dopo la Nirnaeth Arnoediad Modifica

Rimasta sola assieme al figlio Túrin mentre era in attesa di Niënor, dopo la Nirnaeth Arnoediad inviò il primogenito nel Doriath per salvarlo dal destino di schiavitù al quale lo avrebbero probabilmente destinato gli Esterlings, ormai padroni del Dor-lómin. Per alcuni anni visse indisturbata nella sua residenza che gli Esterlings, credendola abitata da una strega, si astenevano dal molestarla. Nel 495 PE, scortata dall'elfo Mablung e alcuni Sindar mandati da Thingol, abbandonò la propria casa e assieme ala figlia Nienor raggiunse il Doriath dove dimorò per qualche tempo. In seguitò abbandonò Menegroth nella speranza di raggiungere Túrin che gli era giunta notizia essere diventato un potente signore nel Nargothrond. Durante il viaggio però la sua compagnia fu attaccata e dispersa dal drago Glaurung e di lei non si seppe più nulla per anni.

La morte Modifica

"Ai piedi della lapide stava una donna inginocchiata; e come Hùrin le si fermò accanto in silenzio, gettò indietro il cappuccio sdrucito e volse il viso all'insù. Era grigia e vecchia, ma quando i loro occhi si incontrarono, egli la riconobbe; per quanto infatti quelli di lei fossero smarriti e impauriti, vi ardeva ancora la luce che tanto tempo prima le aveva meritato il nome di Eledhwen, la più fiera e la più bella delle donne mortali degli Antichi Giorni. «Sei giunto, finalmente» gli disse. « È da molto che ti aspetto. » «È stata una dura strada. Ho fatto del mio meglio» fu la risposta di lui. « Ma arrivi troppo tardi » disse Morwen. « Loro sono morti. » «Lo so» replicò lui. «Tu invece no.» Ma Morwen: «Quasi anch'io. Non ho più forze. Me ne andrò al tramonto. Ormai, poco tempo ci resta, e se sai, dimmelo! Come ha fatto lei a trovarlo?». Hùrin però non rispose, e stettero accanto alla pie-tra, senza più parlare. E quando il sole scomparve, Morwen fece udire un sospiro, gli serrò la mano e rimase immobile; e Hùrin seppe che era morta. La contemplò nel crepuscolo, e gli parve che le rughe di dolore e pena crudele fossero state cancellate dal suo volto. « No, non è stata vinta » si disse; e, chiusile gli occhi, le sedette ac- canto immobile, mentre la notte scendeva."
—La morte di Morwen, Il Silmarillion
La morte di Morwen, by Alan Lee

Nel 499 PE Húrin venne finalmente liberato da Morgoth, soddisfatto del male che aveva causato a lui e alla sua Casa, e questi vagò a lungo senza meta nel Beleriand. Alla fine giunse nel Brethil e, arrivato presso il sepolcro del figlio, vide l'amata Morwen appoggiata alla lapide completamente devastata dal dolore. Egli quindi l'abbracciò e cercò di esserle di conforto per tutta la notte finché essa non spirò tra le sue braccia. Húrin quindi la seppellì in quel luogo, che da allora in avanti divenne noto col nome di Tol-Morwen, e fu risparmiato dall'inondazione del Beleriand.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.