FANDOM


"Uno per l'Oscuro Sire chiuso nella reggia tetra, Nella Terra di Mordor, dove l'Ombra nera scende"
—Tratto da La Poesia dell'Anello

Mordor è il regno di Sauron, nel sud-est della Terra di Mezzo a est di Gondor. Mordor è interamente circondata dalle montagne, e quindi protetta da ogni invasione. Dopo la sconfitta di Sauron nella Guerra dell'Anello Mordor fu annesso al regno di Gondor, tuttavia Re Elessar abbandonò quasi immediatamente l'idea di colonizzare la brulla regione di Gorgoroth, mentre donò quella di Nurn agli schiavi liberati dalla prigionia.

Nomi e Etimologia Modifica

Il nome Mordor deriva da una parola Quenya che significa letteralmente "Terra Nera" o "Terra Oscura" dalle parole mor (nero, oscuro) e ndor (terra, regno). La traslitterazione Sindarin di questo nome è Morinórë o Morinor.

DescrizioneModifica

"Ad ovest, Mordor era fiancheggiato dalla tetra muraglia dell'Ephel Dúath, le Montagne dell'Ombra, e a nord dai frastagliati picchi e dalle nude creste dell'Ered Lithui, grigi come cenere. Ma nel punto in cui queste catene si ravvicinavano, non essendo d'altronde altro che segmenti di un unico muro intorno alle tetre pianure di Lithlad e di Gorgoroth, ed al triste mare interno di Núrnen, due lunghe braccia sporgevano verso nord; fra queste braccia si apriva una profonda gola. Era questo Cirith Gorgor, il Passo Maledetto, l'entrata al paese del Nemico."
—Mordor, Il Signore degli Anelli, Il Cancello Nero è chiuso

Mordor è circondata a nord dagli Ered Lithui (Monti Ceneri) e ad ovest e sud dagli Ephel Dúath (Montagne dell'Ombra). A nord-ovest si trova la pianura di Udûn dove sono collocati i cancelli del Morannon, principale entrata di Mordor. Nell'interno si trovano la pianura di Gorgoroth, il Monte Fato e il mare di Nurmen.

Regioni di Mordor Modifica

  • Gorgoroth: estesa pianura
  • Nurn: è indubbiamente la regione più estesa di Mordor edu anche la meno devastata dal Monte Fato e dall'influenza di Sauron. In questa regione vivono gli schiavi umani addetti alla coltivazione dei campi destinati al sostentamento dell'esercito di Sauron e quelli tra i suoi servitori che a differenza degli Orchi non sono in grado di sopportare
  • Uden: pianura posta all'ingresso di Mordor chiuso dal Cancello del Morannon.

Città e fortezze Modifica

Non si conosce l'esistenza di eventuali città propriamente intese, ma probabilmente ve ne sono nella regione di Nurn, anche se gli orchi vivono prevalentemente in grandi accampamenti di tende o nelle caverne degli Ephel Duath. Le principali fortezze conosciute sono:

  • Barad-dûr: la torre di Sauron e forse la più grande delle fortezze della Terra di Mezzo. Costruita con l'ausilio dell'Unico Anello, poggia su una base di ferro e si innalza per parecchi piedi di altezza con la sua nera e incombente mole.
  • Cancello del Morannon:
  • Cirith Ungo: antica fortezza di Gondor costruita per sorvegliare il passo montano, venne occupata dalle forze di Sauron nel 2002 TE e divenne un luogo oscuro di paura. In genere l'Oscuro Signore vi invia i prigionieri di cui non ha più bisogno affinché siano dati in pasto a Shelob che ha la sua tana nelle vicinanze
  • Minas Morgul:

Popolazione Modifica

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi le voci Orchi, Numenoreani Neri, Nazgûl, Haradrim e Esterlings.
MordorOrcs.jpg

Orchi di Mordor

La popolazione di questo oscuro regno è composta per la maggior parte da Orchi appartenenti alla stirpe degli Uruk, ovvero la razza degli orchi creata da Sauron e che si assomma ad alcuni milioni. Questi abitano soprattutto nell'arida regione del Gorgoroth in immensi accampamenti, dove conducono la loro vita attendendo l'ordine del proprio padrone di partire alla volta dei vari fronti di guerra. Nella regione di Nurn, la più fertile e più adatta alla vita degli Uomini, abitano invece gli schiavi umani addetti alla coltivazione dei campi destinati al sostentamento delle truppe di Mordor e all'estrazione di minerali dalle miniere destinate alle immense industrie di armi per le armate dell'Oscuro Signore. Nella regione comunque abitano anche diversi Numenoreani Neri, i quali servono Sauron come diplomatici e capitani delle sue armate.

Storia Modifica

Fondazione del regno e prima sconfitta di Sauron Modifica

Il ritorno di Sauron nella Terra di Mezzo Modifica

Barad-dûr.jpg

Il nome Mordor è precedente al ritorno di Sauron nella Terra di Mezzo: questo perché l'attività vulcanica dell'Orodruin rese le terre circondate dagli Ephel Duath nere e invivibili. Inoltre già dalla fine della Prima Era vi viveva l'orrida Shelob. Quando nell'anno 1000 SE Sauron fece il suo ritorno nella Terra di Mezzo trovò Mordor l'ideale per fondarvi un nuovo regno del Male sul modello di Angband: le montagne che lo circondavano rendevano difficoltosi, se non impossibili eventuali attacchi, mentre la sua posizione ritirata nell'est lo metteva al sicuro sia dagli Elfi (concentrati perlopiù nel nord-ovest della Terra di Mezzo) che da eventuali minacce provenienti dal mare come i Valar o le flotte di Númenor. Egli inviò quindi messaggi a tutti i servitori del male come orchi, troll e uomini malvagi presentandosi come il nuovo Oscuro Signore e ordinandogli di radunarsi a Mordor. Non tutti risposero a questo appello e solo una minoranza degli Orchi che viveva nelle Montagne Nebbiose si presentò per mettersi agli ordini di Sauron, ma egli ebbe modo di moltiplicare in fretta le sue legioni e di disporre la propria tela sulla Terra di Mezzo. In questo periodo ordinò anche la costruzione di un'immensa fortezza che prese il nome di Barad-dûr, e del Cancello del Morannon.

Gli Anni Oscuri e la forgiatura degli Anelli Modifica

Sauron Annatar.jpg

Inizialmente egli non risiedette stabilmente nel suo regno ma sotto forma di Annatar si aggirava per la Terra di Mezzo recandosi presso Elfi e Uomini (quest'ultimi arrivarono a considerarlo una divinità e ad adorarlo) presentandosi come un inviato dei Valar ma in realtà intenzionato a corromperli. Furono questi ricordati come gli Anni Oscuri, durante i quali la maligna influenza di Sauron si estese su buona parte della Terra di Mezzo. Si recò nell'Eregion dove insegnò ai Noldor l'arte della forgiatura degli Anelli del Potere, per poi ritornare a Mordor dove tra le fiamme del Monte Fato forgiò l'Unico Anello per dominare tutti gli altri. Gli Elfi si resero conto di essere stati ingannati e nascosero gli Anelli da loro creati: ciò scatenò dunque la Guerra tra Sauron e gli Elfi nella quale trovò la morte Celebrimbor, ma alla fine Sauron fu sconfitto anche grazie all'intervento delle flotte di Númenor. Per i successivi 1,500 anni Sauron si ritirò dunque a Mordor ma permase un clima di "guerra non dichiarata" tra lui gli Elfi e le colonie numenoreane nella Terra di Mezzo; durante quegli anni egli estese vieppiù a propria influenza a est e a sud, radunando una considerevole quantità di seguaci.

La cattività di Sauron e l'Akallabêth Modifica

Ar-pharazon umilia Sauron.jpg

Siccome tornava a profilarsi la minaccia di un suo attacco alle colonie numenoreane, nel 3261 TE il Re di Númenor Ar-Pharazôn guidò un'imponente armata contro Mordor; l'entità e la potenza dell'esercito dei Dúnedain era tale che i seguaci di Sauron fuggirono senza neppure combattere, e l'Oscuro Signore venne tradotto prigioniero a Númenor. Tuttavia lungi dall'essere sconfitto, Sauron approfittò del trattamento di favore riservatogli stoltamente da Ar-Pharazôn per divenire il suo più fido consigliere e allontanare vieppiù Númenor dai Valar e dagli Elfi, giungendo infine a provocarne la distruzione nell'Akallabêth.

La Guerra dell'Ultima Alleanza Modifica

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi le voci Ultima Alleanza tra gli Elfi e gli Uomini, Battaglia di Dagorlad e Assedio di Barad-dûr.
Gil-Galad vs Sauron.jpg

Sopravvissuto alla distruzione dell'Ovesturia Sauron ritornò dunque a Mordor e da lì riprese a ricostruire le sue armate, convinto di aver annientato i suoi più pericolosi rivali e di non aver più alcun ostacolo al domino sulla Terra di Mezzo. Tuttavia molti Dúnedain erano sopravvissuti e, sotto la guida di Elendil e dei suoi figli, avevano costruito i regni di Arnor e Gondor. Nel 3434 SE Sauron scatenò dunque la sua offensiva deciso a distruggere ciò che restava dei Popoli Liberi della Terra di Mezzo, ma l'Ultima Alleanza lo sconfisse e isildur s'impadronì del suo Anello. Lo spirito di Sauron, indebolito, fuggì dunque dalla Terra di Mezzo e per oltre 1,000 anni di lui non si seppe più nulla, mentre Mordor venne annessa a Gondor.

Dominio di Gondor Modifica

Dopo la sconfitta di Sauron, Gondor annesse i territori di Mordor nel proprio regno. Tuttavia buona parte di quei territori, benché l'Orodruin non fosse più attivo, a causa dell'influenza di Sauron non erano adatti ad essere colonizzati, dunque i Dúnedain si limitarono a sorvegliare gli avessi a quelle terre per impedire che il Male potesse farvi ritorno. Per oltre 1600 anni Gondor mantenne un'attenta vigilanza sui territori di Mordor e vi costruì diverse fortezze (Carchost, Narchost, Cirith Ungol e Durthang) per ospitare le sue guarnigioni, tuttavia a causa del declino innescato dalla Guerra delle Stirpi e dalla Grande Epidemia, Gondor fu pian piano costretto a ritirare le sue guarnigioni, permettendo ai servitori dell'Oscuro Signore, che nel 1000 TE era ritornato nella Terra di mezzo stabilendosi a Dol Guldur, di ristabilirsi nell'antico reame. Nel 1980 TE Sauron inviò il Re Stregone a Mordor affinché la rioccupasse e dette istruzioni affinché Barad-dûr fosse ricostruita e le ultime guarnigioni dei Dúnedain scacciate. Nel 2000 TE le forze di Sauron occuparono Minas Ithil che entrò dunque a far parte di Mordor col nome di Minas Morgul.

Il Ritorno di Sauron e la Guerra dell'Anello Modifica

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Guerra dell'Anello.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale