FANDOM


Montagne nebbiose.png

Le Montagne Nebbiose ne La Compagnia dell'Anello di Peter Jackson

Le Montagne Nebbiose (in Sindarin Hithaeglir) sono una catena di montagne lunga circa 1280 km che corre da nord a sud, separando l'Eriador dal Rhovanion.

EtimologiaModifica

Il nome Sindarin della catena è Hithaeglir: composto dalla parole "hîth" (nebbia, bruma) e "aeglir" (catena di picchi montani). Una versione precedente del nome era Ered Hithui, sempre dal Sindarin "ered" (montagne) + "hithui" (brumose, nebbiose).

GeografiaModifica

Misty Mountains.gif

Mappa delle Montagne Nebbiose che mostra la densità delle foreste.

L'estremità settentrionale della catena corrisponde alla vetta del Monte Gundabad, dove secondo la leggenda si risvegliò Durin (il più anziano dei Sette Padri dei Nani), benché nella Terza Era fosse in mano agli Orchi. La catena termina scindendosi in due rami: verso Ovest prosegue nelle montagne del reame di Angmar, mentre verso Est nelle Ered Mithrin.

Scendendo verso Sud, invece, dopo il monte Gundabad si incontrano gli Erenbrulli sotto i quali scorrono il fiume Bianco e il Rombirivo, sul quale sorge Gran Burrone. A lato della catena, a est, scorre il fiume Anduin.

Successivamente si trovano le sorgenti dei fiumi Iridato, Argentaroggia e Nimrodel e l'importantissima entrata alle miniere di Moria, un tempo il grande Regno Nanico di Khazad-dûm e successivamente dimora di Orchi e Goblin. Le tre vette che erano parte di Khazad-dûm erano il Caradhras (Corno Rosso), Celebdil (Argentacuspide) e Fanuidhol (Vettanubi). Dentro Celebdil, i Nani costruirono l’Interminabile Scala, che partiva dalle fondamenta della montagna fino alla sua cima.

Sempre sul lato est della catena vi sono i boschi di Lorien e la Foresta di Fangorn. Essa infine termina a sud con il Monte Methedras (Ultimo Picco), sorgente dei fiumi Entalluvio e Isen e sovrastante la valle di Nan Curunir, dove sorge la torre di Isengard.

I passi più importanti lungo la catena furono l'Alto Passo e il Passo Cornorosso. C'era anche un altro passo alle sorgenti del fiume Iridato.

StoriaModifica

OriginiModifica

Le Montagne Nebbiose furono create da Morgoth durante gli Anni degli Alberi, per rendere difficoltoso il passaggio ad Oromë, che era solito cavalcare per la Terra di Mezzo cacciando le sue mostruose creature.

Anni degli AlberiModifica

I Nani di Durin si svegliarono sotto il Monte Gundabad e in seguito si stabilirono delle caverne di Khazad-dûm. Più tardi, quando gli Elfi nel loro grande viaggio verso Valinor ammirarono per la prima volta la terribile altezza della montagne, un parte dei Teleri, conosciuti poi come i Nandor, ne fu spaventata e si diresse quindi a sud lungo il Grande Fiume Anduin. Migliaia di anni dopo, i Noldor ritornarono nella Terra di Mezzo e stabilirono i loro grandi regni nel Beleriand, ma non attraversarono mai di nuovo le montagne nè stabilirono regni nelle loro vicinanze.

Prima e Seconda EraModifica

Circa trecento anni dopo l'inizio della Prima Era, le tribù di Uomini attraversarono le Montagne Nebbiose e iniziarono a migrare nel Beleriand, prima gli Edain e in seguito gli Esterlings. Dopo la sconfitta di Morgoth, gli Orchi sopravvissuti e un Balrog giunsero a vivere sulle montagne e rimasero una piaga della regione per più di seimila anni. Gli uomini Easterling che combatterono con Morgoth attraversarono le montagne e iniziarono a vivere ad est nelle terre selvagge di Rhûn. Anche le Grandi Aquile posero dei nidi sulle vette delle montagne. Il grande Regno Nanico di Khazad-dûm sotto le Montagne Nebbiose prosperò, avendo stretto ottimo relazioni con i Noldor dell'Eregion, finchè Sauron invase l'Eriador da Mordor, devastando l'Eregion e le terre circostanti. I Nani sopravvissero chiudendosi all'interno di Khazad-dûm dietro le Porte di Durin.

Terza EraModifica

Nel TE 1980, il grande Regno Nanico di Khazad-dûm giunse alla sua fine quando i Nani risvegliarono un Balrog, il Flagello di Durin, nelle profondità delle montagne. Questo portò al suo abbandono nel TE 1981, dopo il quale divenne noto con il nome di Moria (letteralmente, "abisso oscuro"). Lentamente, le Montagne Nebbiose divennero sempre più insidiose e pericolose per i viaggiatori, avendovi posto dimora Goblin e altre creature, tra cui Gollum. Circa mille anni dopo, Thorin e la sua Compagnia (tredici Nani, Gandalf, e Bilbo Baggins) tentarono di utilizzare l'Alto Passo per attraversare le Montagne Solitarie durante il viaggio verso la Montagna Solitaria, ma furono catturati dai Goblin. Sotto le montagne, il Grande Goblin fu ucciso e Bilbo trovò l'Unico Anello.

La Compagnia dell'Anello provò ad attraversare il Passo Cornorosso (dopo aver scartato l'Alto Passo verso il Rhovanion in quanto sorvegliato dal nemico, e la Breccia di Rohan in quanto troppo vicina a Isengard), ma una tempesta forzò la compagnia a passare sotto la montagne, invece che sopra. Attraversando le desolate Miniere di Moria, affrontarono il Flagello di Durin. Gandalf uccise il Balrog gettandolo giù dalla vetta di Celebdil dopo giorni di combattimento lungo l'Interminabile Scala, ma questo sforzò consumò la sua vita, e giacque sulla vetta finchè Gwaihir lo trovò e lo trasportò a Lothlorien.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale