Fandom

Tolkienpedia

Meriadoc Brandibuck

Reindirizzamento da Meriadoc Brandybuck

1 512pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Meriadoc Brandibuck, detto Merry, fu un Hobbit della Contea appartenente alla Famiglia Brandybuck della Terra di Buck. Figlio di Saradoc "Fiumedoro" Brandybuck era cugino sia di Peregrino Tuc che di Frodo Baggins, oltre ad essere loro grande amico. Amava le barche e i pony e aveva un grande interesse per le mappe della Terra di Mezzo. Durante la Guerra dell'Anello fece parte Compagnia dell'Anello, accompagnando Frodo per una parte del viaggio. Dopo la Guerra divenne Signore della Terra di Buck e fu nominato da Re Elessar Consigliere del Regno del Nord. Morì a Minas Tirith nel 65 QE all'età di 103 anni e la sua tomba e quella di Pipino furono poste successivamente accanto a quella di Aragorn.

BiografiaModifica

Origini Modifica

Merry nacque nel 2982 TE. Fu l'unico figlio di Saradoc Brandibuck (TE 2940 - QE 11), Signore della Terra di Buck, e Esmeralda Tuc (TE 2936 - ?), la sorella più giovane di di Paladino Tuc II. E' quindi cugino di primo grado con il figlio di Paladino Pipino, che divenne il suo amico più caro, e lontano parente di Frodo Baggins, il quale passò buona parte della sua giovinezza a Villa Brandy.

La festa di Bilbo e la "Cospirazione"Modifica

Merry era considerato il più sveglio e intelligente degli Hobbit: per esempio, ancora prima che Frodo Baggins lasciasse la Contea, era a conoscenza della presenza dell'Unico Anello e del suo potere. Merry protesse Casa Baggins dopo la festa di Bilbo, difendendo Frodo dai vari e spesso indesiderati ospiti. Fu anche la mente dietro la "cospirazione" portata avanti con Sam, Pipino e Fredegario Bolgeri (conosciuto come "Grassotto", a causa della sua forma rotonda) per aiutare Frodo. Per questo, anche prima che iniziasse il viaggio, Merry era ben preparato e organizzato: radunò i loro equipaggiamenti e comprò dei pony.

Verso Gran BurroneModifica

Merry, all'inizio del viaggio, si reca insieme a Grassotto Bolgeri nella nuova casa acquistata da Frodo a Crifosso oltre il Brandivino, nelle vicinanze della città di Buckburgo. La notte in cui Frodo giunge in fuga da Hobbiville, Merry si reca indietro verso il fiume Brandivino, preoccupato del suo ritardo, e lo aspetta presso il fiume. Durante la cena nella casa di Crifosso rivelò al cugino che Sam aveva messo tutti loro al corrente delle intenzioni di Frodo e che dunque avevano messo in piedi una "cospirazione" per convincerlo a portarli con loro. Fu sua l'idea della scorciatoia attaverso la Vecchia Foresta per evitare che permise al gruppo di venire scorti dai Cavalieri Neri, in quali probabilmente sorvegliavano le strade principali.

Nel corso della traversata della Vecchia Foresta i quattro hobbit si persero, inoltrandosi sempre più nella foresta; durante una sosta Merry e Pipino furono catturati dal Vecchio Uomo Salice che li avrebbe stritolati se Frodo e Sam non avessero avuto la fortuna di incontrare Tom Bombadil, che li liberò dalla morsa dell'albero e ospitò poi per un paio di giorni i quattro viaggiatori nella sua casa. Essi furono rifocillati da Tom e da sua moglie Baccador e, una volta giunto il momento di partire, furono accompagnati da Tom fino al limitare della foresta.

Durante la traversata dei Tumulicolli lui e i suoi compagni furono catturati dallo Spettro dei Tumuli, e sarebbero stati probabilmente uccisi se Frodo non avesse intonato Aiuto Tom Bombadil!, chiamando così in soccorso il benevolo personaggio che scoperchiò il tumulo e scacciò per sempre lo Spettro. Fu in quella occasione che lui e i suoi compagni ottennero le Lame dell'Ovesturia. A Brea, dopo la cena al Puledro Impennato, uscì a fare una passeggiata ma per puro caso venne in contatto con i Cavalieri Neri, e viene lievemente contagiosa dagli effetti dell'Alito Nero di questi e rischiando di essere rapito, ma la fortuita presenza di Nob, uno degli hobbit al servizio di Omorzo, impedisce il sequestro e permette a Merry di mettere al corrente Aragorn Frodo della presenza dei Nazgûl a Brea.

Nella CompagniaModifica

A Gran Burrone, si preoccupò di studiare mappe e progettare il percoso da seguire. La sua decisione di unirsi alla Compagnia dell'Anello giunse solo con un po' meno riluttanza che quella di Pipino. I due erano stati scelti per portare notizie alla gente della Contea del viaggio di Frodo, ma alla fine Gandalf, credendo nell'amicizia e nella fedeltà mostrata a Frodo e Sam, richiese che Elrond permettesse ai due Hobbit di unirsi. Fino alla separazione della Compagnia, il suo viaggio proseguì all'interno di essa.

Il rapimento e l'incontro con BarbalberoModifica

Merry e Pipino rapiti by Denis Gordeev.jpg

Ad Amon Hen, Merry fu catturato, assieme a Pipino, dagli Uruk-Hai provenienti da Isengard, malgrado cercasse di dare il meglio di sè per difendersi e nonostante la difesa di Boromir, che combattè valorosamente per salvarli e morì nel tentativo. Nello stesso scontro Merry ricevette una ferita alla testa che fu curata in maniera piuttosto brutale da Uglúk, il quale gli fece ingollare una pozione degli orchi e gli spalmò un un unguento.

I loro rapitori s'incontrarono con un gruppo di Uruk di Mordor comandati da Grishnak, il quale avrebbe voluto portarli presso il fiume Anduin dove li aspettava un Nazgûl per tradurli a Mordor, ma Ugluk si oppose e grazie alla maggiore prestanza fisica degli Uruk-hai riuscì ad imporsi sugli altri orchi e ad obbligarli a marciare verso Isengard.

Il battaglione di Orchi li condusse sino alle soglie della Foresta di Fangorn. Qui Merry e Pipino con un trucco riescono ad ingannare Grishnak, che li porta lontano dal campo, e a scappare approfittando dell'Attacco dei Rohirrim guidati da Éomer. rifugiandosi nella boscaglia, dove conobbero Barbalbero e incontrarono l'ormai rinnovato Gandalf. Fu poi portato assieme a a Pipino nella casa di Barbalbero dove bevette quantità consistenti di Acqua degli Ent, cosa contribuì ad un improvviso aumento dell'altezza e della crescita dei capelli.

Accompagnando Barbalbero all'Entaconsulta, e in seguito a Isengard, giocò un ruolo chiave per l'entrata in guerra degli Ent contro le forze del Male. Merry e Pipino assistettero alla furia degli Ent e alla distruzione della roccaforte di Saruman, e dopo la sua caduta furono designati come suoi guardiani. Fu qui che Merry incontrò Re Théoden di Rohan, e si riunì con i membri rimanenti della Compagnia dell'Anello (eccetto Frodo e Sam).

Al servizio di Rohan e la morte di ThéodenModifica

Merry e Éowyn by Denis Gordeev.jpg

Separato da Pipino quando Gandalf portò quest'ultimo a Minas Tirith, Merry giurò fedeltà a Théoden e divenne suo scudiero. Senza il permesso del suo sovrano, cavalcò nella Battaglia dei Campi del Pelennor insieme al giovane Dernhelm (che in realtà era Éowyn, benchè Merry non lo sapesse).

Quando i Nazgûl attaccarono i Cavalieri di Rohan e Théoden fu ferito, Merry e Éowyn affrontarono il Re Stregone di Angmar da soli. Qui, il compagno di Merry si rivelò essere Éowyn. Combattendo, Éowyn fu ben assistita da una mossa cruciale di Merry, che colpì il Nazgul alla gamba: la sua spada, costruita proprio a questo scopo, era una della poche armi in grado di colpire la forma corporea dello Spettro, pur pagando il duro prezzo di sciogliersi subito dopo.

Francesco amadio - merry and theoden.jpg

Questo fu sufficiente per consentire a Éowyn di finire il Re Stregone. Merry si trascinò dunque vicino a Théoden ormai morente per chiedergli perdono per avergli disubbidito e in quest'occasione raccolse le ultime parole di Théoden:

"Meriadoc lo Hobbit era rimasto in piedi in mezzo ai feriti, sbattendo le palpebre come un gufo alla luce del giorno a causa delle lacrime che l’accecavano; attraverso un velo guardò la bella testa di Éowyn che giaceva immobile; e guardò il volto del re caduto nel colmo della gloria. Nevecrino nella sua agonia era rotolato via lungi dal suo padrone, e tuttavia era stato lui il colpevole della sua morte. Allora Merry si chinò e prese la mano del suo signore per baciarla, ed ecco che Théoden aprì gli occhi ancora limpidi e parlò con voce calma ma con fatica. «Addio Messere Holbytla!», disse. «Il mio corpo è a pezzi. Torno dai miei padri. Ma anche in loro compagnia non avrò da vergognarmi. Ho abbattuto il serpente nero. Un mattino spietato, un giorno felice, un tramonto dorato!». Merry non riuscì a parlare per le lacrime. «Perdonatemi, sire», disse infine, «per aver disobbedito ai vostri ordini, e non aver saputo fare altro al vostro servizio che piangere nell’ora della nostra separazione». Il vecchio re sorrise: «Non preoccuparti! Sei già perdonato. Non bisogna scoraggiare un grande cuore. Vivi ora e sii benedetto, e quando fumerai in pace la tua pipa pensami! Ormai non potrò più sedere con te a Meduseld, come promesso, e apprendere da te i segreti delle erbe». Chiuse gli occhi, e Merry si inginocchiò accanto a lui. Poi parlò ancora una volta. «Dov’è Éomer? I miei occhi si oscurano, ma vorrei vederlo prima di andarmene. Egli deve essere re dopo di me. E vorrei dargli un messaggio per Éowyn. Lei, lei non voleva che io la lasciassi, ed ora non rivedrò mai più colei che mi è più cara di una figlia»"
—Morte di Théoden, Il Signore degli Anelli


ma non fu notato dai Cavalieri e fu ritrovato a vagare per la città da Pipino che lo accompagnò alle Case di Guarigione assieme a Gandalf. Fu salvato dalle arte curative di Aragorn e recuperò completamente. Per il suo coraggio nella battaglia, Re Éomer, come nuovo Re di Rohan, lo nominò cavaliere e gli diede il nome di "Holdwine". A differenza di Pipino, Merry non partecipò alla Battaglia del Morannon in quanto convalescente e rimase dunque a Minas Tirith. Qui ebbe modo di conoscere Faramir, il quale chiese all'hobbit di parlargli di Éowyn. Partecipò come spettatore alla cerimonia di incoronazione di Aragorn.

Ritorno alla Contea e ultimi anniModifica

Merry e Pipino vs i Ruffiani by Denis Gordeev.jpg

Durante la Riconquista della Contea, combatté in prima linea nella Battaglia di Lungacque, usando il Corno di Rohan donatogli da Éowyn. Dopo il loro ritorno egli e Pipino si sposarono entrambi. Divenirono anche gli Hobbit più alti della Contea, più alti anche del leggendario Bandobras Tuc, avendo bevuto grandi quantità di Acqua degli Ent. Quando qualche tempo dopo Re Elessar giunse in visita nell'Eriador ebbe un incontro con Merry, Pipino e Sam (all'epoca già Sindaco) sul ponte del Brandivino e, per riconoscenza del valore dimostrato dagli Hobbit nella Guerra dell'Anello, decretò che la Contea sarebbe stata indipendente e che il Conte, il Signore della Terra di Buck, e il Sindaco della Contea avrebbero da allora in poi ricoperto il titolo di Consiglieri del Regno del Nord.

Merry sposò Estella Bolgeri qualche tempo dopo la fine della Terza Era. Divenne il Signore della Terra di Buck alla morte del padre nel QE 11 (SR 1432). Per il resto della sua vita non abbandonò mai i contatti coll'estero, scrivendo spesso agli amici lontani. Divenne altresì un importante scrittore elaborando trattati di erboristeria e storia (scrisse "Antiche Parole e Nomi nella Contea"). Benchè non viene annotato negli alberi genealogici, egli ebbe almeno un figlio. All'età di 102 anni, ritornò a Rohan per incontrare l'ultima volta Re Eomer,prima della sua morte quello stesso autunno. Si recò poi a Gondor con Pipino, morendò là nell'anno 65 della Quarta Era. Egli fu sepolto a Gondor, nella Rath Dinen, la necropoli dei re. Quando Re Elessar morì nel 120 QE, egli e Pipino furono posti accanto al sepolcro del grande re.

CuriositàModifica

  • Meriadoc ha trentasette anni.
  • Nel libro, quando venne catturato dagli Uruk-hai, rimase ferito. Nel romanzo viene specificato come la piaga si rimarginò perfettamente, ma che gli lasciò ugualmente una cicatrice scura sulla fronte che rimase per tutta la vita.

Adattamenti Modifica

Il Signore degli Anelli (1978) Modifica

Il Ritorno del Re (1980) Modifica

Trilogia de Il Signore degli Anelli (2001-2003) Modifica

Albero GenealogicoModifica

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Gorhendad Vecchiobecco
740 c.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Gormadoc 'Scavafondo'
1134-1236
 
Malva Testaforte
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Madoc 'Fierocollo'
1175-1277
 
Anna Goldworthy
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Sadoc
1179
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Marroc
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Marmadoc 'L'Imperioso'
1217-1310
 
Adaldrida Bolgeri
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
due figli
 
Salvia
1226
 
Gundabaldo Bolgeri
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
molti discendenti
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
molti discendenti
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Gorbadoc 'Largacinta'
1260-1363
 
Mirabella Tuc
 
 
 
 
 
 
 
 
 
figlia
 
 
 
 
 
 
 
 
 
figlia
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Orgulas
1268
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Rorimac "Babbodoro"
1302-1408
 
Menegilda Guld
 
Amaranto
1304-1398
 
Saradas
1308-1407
 
Dodinas
 
Asfodelia
1313-1412
 
Rufo Rintanati
 
Dinodas
 
Primula
1320-1380
 
Drogo Baggins
 
Gorbulas
1308
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Saradoc "Fiumedoro"
1340-1432
 
Esmeralda Tuc
 
Merimac
1342-1430
 
Seredic
1348
 
Hilda Serracinta
 
 
 
(Milo Rintanati)
1347
 
(Peonia Baggins)
 
 
 
 
 
(FRODO BAGGINS)
 
 
 
Marmadas
1343
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
MERIADOC
"il Magnifico"

1382
 
Estella Bolgeri
 
Berilac
1380
 
Doderic
1389
 
Ilberic
1391
 
Celandine
1394
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Merimas
1381
 
Menta
1383
 
Melilot
1385
 

Inoltre su Fandom

Wiki a caso