FANDOM


Boromir2 Questo articolo è soltanto un abbozzo
Per favore, aiuta Tolkienpedia a espanderlo, se puoi.

Mîm, conosciuto anche come Mîm il Nanerottolo, era un Nano della stirpe dei Nanerottoli che visse nel Beleriand durante la Prima Era. Ultimo della sua razza, viveva assieme ai due figli Ibun e Khîm ad Amon Rûhd e per un po' di mesi aiutò Túrin Turambar e la sua banda di fuorilegge. Dopo aver tradito Túrin fuggì da Amon Rûhd per poi raggiungere il Nargothrond e proclamarsene signore dopo la morte di Glaurung. Fu ucciso da Húrin per vendicare il tradimento di Mîm nei confronti di suo figlio.

Etimologia Modifica

Mîm è un nome Khuzdul il cui significato è tuttavia ignota.

Biografia Modifica

Origini Modifica

Mîm apparteneva al popolo dei Nanerottoli, i quali non erano tanto una stirpe di Nani a sé stante quanto un gruppo di esiliati dalle varie casate. Non si sa quando nacque, ma probabilmente ciò accadde nel Beleriand intorno al secondo o terzo secolo della Prima Era. All'epoca dei fatti narrati ne I Figli di Húrin il popolo dei Nanerottoli era quasi estinto e gli unici rimasti erano Mîm e i suoi figli Ibun e Khîm che vivevano nelle antiche aule del loro popolo scavate in Amon Rûdh.

L'incontro con Túrin Modifica

Mim tells turin about the bar en danwedh by steamey
"Ora, quando Beleg aveva lasciato i fuorilegge per tornare nel Doriath, Tùrin li aveva condotti a ovest, via dalla valle del Sirion; essi infatti erano stanchi di quella vita senza riposo, sempre a starsene sul chi vive per tema di essere sorpresi, e volevano cercarsi un rifugio più sicuro. E accadde che, una sera, incapparono in tre Nani, che al vederli fuggirono; uno dei tre però, rimasto indietro, venne catturato e atterrato, e uno dei banditi tese l'arco e scoccò una freccia contro gli altri due che stavano per scomparire nella semioscurità del crepuscolo. Ora, il Nano che avevano preso si chiamava Mîm; ed egli implorò Tùrin di salvargli la vita offrendogli, in cambio, di guidare i banditi alle sue aule nascoste, che nessuno avrebbe potuto trovare senza il suo aiuto. Turin allora provò pietà per Mîm e Io risparmiò; e gli chiese: «Dov'è casa tua? ». Rispose il Nano: «Alta sopra le terre sta la casa di Mîm, sul grande colle. Amon Rûdh, così quel colle è detto oggi, avendo gli Elfi cambiati tutti i nomi ». Tùrin allora restò in silenzio, e a lungo guardò il Nano; alla fine disse: « Orbene, portaci al luogo che hai detto »."
—L'incontro tra Turin e Mîm
Turin and Mîm by Denis Gordeev

Mentre Mîm era fuori con i suoi figli a cercare radici, s'imbatté nella banda dei Gaurwaith guidata da Turin. Lui fu catturato mentre i suoi figli fuggirono, anche se Khîm venne ferito mortalmente da una freccia scagliata da Andróg.

Il tradimento Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi la voce Scontro di Amon Rûdh.


La morte Modifica

Hurin uccide Mîm
"Va qui detto che, dopo la partenza di Glaurung, Mîm il Nanerottolo era riuscito a raggiungere Nargothrond, insinuandosi nelle aule in rovina; e ne aveva preso possesso, e lì se ne stava, palpeggiando l'oro e le gemme, lasciandosele scorrere tra le dita, poiché nessuno pensava a spogliamelo per paura dello spirito di Glaurung e del suo solo ricordo. Ecco però che uno era venuto e stava sulla soglia; e Mîm gli andò incontro e gli domandò quali erano i suoi propositi. Replicò tuttavia Hùrin: «Chi sei tu che vorresti impedirmi di entrare nella casa di Finrod Felagund?». Rispose il Nano: «Io sono Mîm; e prima che i superbi venissero da oltre il Mare, Nani hanno scavato le aule di Nulukkizdîn. Sono semplicemente tornato a riprendere quello che è mio, essendo io l'ultimo del mio popolo ».«Vuol dire che non godrai a lungo della tua eredità,» disse Hùrin «poiché io sono Hùrin figlio dì Galdor, e sono tornato da Angband, e mio figlio era Tùrin Turambar, che certo non hai dimenticato. È stato lui che ha ucciso Glaurung il Drago che ha sconvolto queste aule in cui tu siedi; e non mi è certo ignoto da chi l'Elmo-di-Drago del Dor-lómin sia stato tradito.» Allora Mîm, in preda al terrore, lo scongiurò di prendersi tutto ciò che voleva, ma di risparmiargli la vita. Hùrin però non gli diede retta e lo ammazzò lì, di fronte alle porte di Nargothrond. Quindi vi entrò, e per qualche istante si soffermò in quel tetro luogo dove i tesori di Valinor giacevano sparsi sui pavimenti, nel buio e nello sfacelo; si dice però che, quando uscì dalle rovine di Nargothrond per tornare sotto il ciclo, di tutto quel grande tesoro portasse con sé una cosa sola."
—La morte di Mîm, Il Silmarillion

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.