FANDOM


Boromir2 Questo articolo è soltanto un abbozzo
Per favore, aiuta Tolkienpedia a espanderlo, se puoi.
"Vi era anche uno strano Elfo vestito di verde e nero, di nome Legolas, inviato dal padre Thranduil, Re degli Elfi a nord del Bosco Atro."
—Legolas, il Signore degli Anelli, il Consiglio di Elrond

Legolas, conosciuto anche come Verdefoglia o Thranduilion, è un elfo della stirpe dei Sindar che fu membro della Compagnia dell'Anello durante la Guerra dell'Anello alla fine della Terza Era. Figlio di Thranduil e nipote di Oropher, fondatore del Reame Boscoso, era un arciere formidabile e venne scelto da Elrond come membro della Compagnia dell'Anello in rappresentanza della razza degli Elfi. Durante la sua avventura strinse una duratura amicizia con il nano Gimli, che perdurerà anche dopo la fine della Guerra dell'Anello. Dopo la sconfitta di Sauron, su invito di Re Elessar, egli portò alcuni Elfi a ripopolare la regione dell' Ithilien che tornò ad essere la più bella regione di Gondor. Alla morte di Re Aragorn, avvenuta nel 120 QE, a bordo di una barca grigia da lui costruita discese il corso dell'Anduin e traversò il Mare alla volta di Tol Eressea. Sembra che con lui ci fosse il Nano Gimli, unico della sua razza cui sia stato concesso di raggiungere Valinor. Con la loro partenza la Compagnia dell'Anello cessò di esistere nella Terra di Mezzo.

Etimologia Modifica

Legolas è una traslitterazione in Nandorin del nome Laegolas, una parola Sindarin che significa letteralmente "Verdefoglia" dall'unione delle parole laeg (verde) e golas (foglia).

Descrizione Modifica

Aspetto e armamento Modifica

Legolas è l'unico personaggio della Compagnia dell'Anello a non essere descritto completamente ne Il Signore degli Anelli. Di lui si sa soltanto che al Consiglio di Elrond indossava delle vesti verdi e marroni con delle scarpe leggere. Essendo un elfo della stirpe dei Sindar da parte di padre, doveva essere molto alto (almeno due metri) e con gli occhi grigi mentre il colore dei suoi capelli è motivo di discussione: in quanto Sindar dovrebbe avere i capelli scuri, ma siccome suo padre Thranduil viene descritto ne Lo Hobbit con i capelli biondi ciò ha portato molti a ritenere che anch'egli abbia i capelli come il padre. All'inizio della sua avventura è armato con un arco corto del suo popolo e un lungo coltello di acciaio, ma in seguito dama Galadriel lo omaggia con un arco dei Galadhrim, la cui corda è fatta di capelli elfici. A Rohan Re Théoden gli dona un elmo ed un elegante cotta di maglia d'acciaio provenienti dall'armeria reale, forgiati probabilmente a Gondor.

Biografia Modifica

Origini Modifica

Non si sa esattamente quando Legolas nacque, quel che è certo è che egli era il figlio di Thranduil e venne alla luce prima dell'anno TE 1000 nel Reame Boscoso. Poco altro è conosciuto riguardo alla sua vita; Peter Jackson nella sua Trilogia de "Lo Hobbit", molto criticata per alcune scelte riguardo a questo personaggio, ha ipotizzato che Legolas abbia partecipato alla Battaglia dei Cinque Eserciti nel 2941 TE, il che potrebbe essere possibile anche se Tolkien non ne fa cenno nei suoi scritti.

La Guerra dell'Anello Modifica

Il Consiglio di Elrond e la formazione della Compagnia Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi le voci Consiglio di Elrond e Compagnia dell'Anello.

Legolas giunse a Imladris come rappresentate del padre Thranduil e come latore del messaggio che avvisava gli altri partecipanti della fuga di Gollum, probabilmente aiutata dall'esterno. In seguito il Consiglio decise di formare la Compagnia dell'Anello per aiutare Frodo nell'impresa di distruggere l'Unico, e fu deciso che Legolas ne avrebbe fatto parte in qualità di rappresentante della stirpe elfica.

Il viaggio fino a Lothlórien e la divisione della Compagnia Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi le voci Scontro sulla Tomba di Balin e Battaglia di Amon Hen.

La Compagnia partì da Gran Burrone il 25 Dicembre 3018 TE e dopo due settimane di viaggio raggiunsero l'Eregion e provarono ad attraversare il passo del Caradhras, dove Legolas fu l'unico a non affondare nella neve, venendo tuttavia respinti. A seguito di un attacco di Mannari, durante il quale l'elfo abbatté diverse belve col suo arco, e scartata l'ipotesi di percorrere la Breccia di Rohan la Compagnia decise di provare ad attraversare le Montagne Nebbiose passando per le antiche miniere di Moria. Durante l'attraversamento la compagnia scoprì il triste destino della Spedizione di Balin, per poi essere attaccata da un numeroso gruppo di orchi nella Camera di Mazarbul. Durante la fuga Gandalf restò indietro per affrontare il Balrog, ma cadde nelle profondità dell'abisso con l'avversario e fu dato per morto.

Gli altri membri della compagnia dunque fuggirono raggiungendo i confini del regno di Lothlórien nei pressi del fiume Nimrodel, dove Legolas intonò il malinconico Canto di Nimrodel che narrava della storia d'amore tra Amroth e l'omonima fanciulla elfica. Questo canto salvò la vita ai membri della Compagnia, in quanto permise alle sentinelle Galadhrim di identificarli come amici e di nasconderli agli inseguitori Orchi su dei flét. In seguito la Compagnia fu condotta bendata (anche Legolas nonostante la sua opposizione) presso la città di Caras Galadhon, dove furono accolti da dama Galadriel e da suo marito Celeborn che li ospitarono per alcune settimane, durante le quali Legolas ebbe modo di stringere una fortissima amicizia con il nano Gimli tanto che i due diventarono quasi inseparabili.

Legolas abbatte un Nazgûl

Il giorno della partenza da Lothlórien Dama Galadriel fece dei doni ad ogni membro della Compagnia e a Legolas donò un arco dei Galadhrim assicurandogli che fosse ben più potente del suo. Fu con quest'arma che Legolas riuscì, durante una sosta lungo le rive dell'Anduin, ad abbattere la bestia alata di un Nazgûl che stava perlustrando il corso del fiume in cerca della Compagnia. Giunti alle Cascate del Rauros nei pressi di Amon Hen, la Compagnia si fermò per decidere quale strada intraprendere, e alla fine Aragorn disse che la decisione spettava a Frodo. Tuttavia, mentre l'Hobbit si era allontanato per meditare, fu raggiunto da Boromir, che sconvolto dalla brama di possedere l'Anello, lo spaventò facendolo fuggire.

Departure of Boromir 72

La Compagnia si disperse dunque nella foresta per cercare Frodo, ma venne attaccata da una banda di Uruk-hai di Isengard che separò i membri e uccise Boromir rapendo Merry e Pipino. Legolas giunse con Gimli all'albero dove Boromir giaceva morente assistito da Aragorn, ed ebbe il tempo di ascoltare le ultime parole e l'elogio di Aragorn. In seguito aiutò i suoi compagni a sistemare Boromir in una delle barche elfiche e ad affidare il suo corpo all'Anduin, intonando un lamentoso canto funebre.

L'inseguimento degli Uruk-hai e la guerra a Rohan Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi la voce Battaglia del Fosso di Helm.
I Tre Cacciatori by Donato Giancola

Una volta affidato Boromir alle acque dell'Anduin, Aragorn Legolas e Gimli dovettero decidere il da farsi: con Merry e Pipino rapiti, mentre Frodo e Sam avevano attraversato l'Anduin per continuare da soli l'impresa, essi erano rimasti al momento gli unici membri della Compagnia. Aragorn soppesò la scelta che si proponeva al trio: attraversare il fiume e cercare di raggiungere Frodo per assisterlo avrebbe voluto dire abbandonare Merry e Pipino nelle grinfie di Saruman. Alla fine i tre decisero di lasciare andare Frodo, che non correva pericoli immediati, e di inseguire la banda di Uruk-hai per cercare di salvare gli Hobbit. Iniziò dunque un lungo inseguimento che in quattro giorni porta i Tre Cacciatori a percorrere l'enorme distanza che separa Amon Hen dalla Foresta di Fangorn.

Gimli e Legolas at Helm's Deep by John Howe

Durante il tragitto incontrarono Éomer e la sua schiera di Rohirrim che gli riferirono di aver già provveduto a sterminare gli orchi, ma che non avevo trovato traccia degli hobbit. Ottenuti due cavalli (Hasufel e Arod) i tre si rimisero in caccia e giunsero fino alla Foresta di Fangorn. Nella foresta i tre compagni incontrarono Gandalf, il quale li rassicurò sulla sorte di Merry e Pipino, dicendogli che avevano un compito ben più importante che li attendeva a Edoras. Così si rimisero in marcia assieme allo Sregone, giungendo alla capitale dei Rohirrim dove liberarono Théoden dall'influenza di Saruman. Fu quindi deciso di radunare tutti i guerrieri abili alle armi e raggiungere la fortezza del Fosso di Helm, ma prima il Re fece dono a Legolas di una magnifica cotta di maglia forgiata a Gondor. Così Théoden, Aragorn, Legolas, Gimli e Éomer con 1,000 guerrieri al seguito raggiunsero la fortezza di Aglarond, dove attesero l'assalto delle schiere di Saruman. Durante la battaglia Legolas e Gimli iniziarono una personale gara a chi abbatteva più nemici, che fu vinta dal nano per 43 avversari abbattuti a 42. Dopo la sconfitta delle forze di Isengard, grazie anche all'intervento di Gandalf e del Maresciallo Erkenbrand, Legolas cavalcò con Théoden e il suo seguito fino a Isengard, dove si riunì con gli hobbit Pipino e Merry che misero a parte l'Elfo Aragorn e Gimli delle loro avventure.

I sentieri dei morti l'arrivo a Gondor e la sconfitta di Sauron Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi le voci Battaglia di Pelargir, Battaglia dei Campi del Pelennor e Battaglia del Morannon.


Quarta Era Modifica

Legolas and Gimli arrive in Valinor

Dopo la sconfitta di Sauron Legolas condusse una numerosa schiera di Elfi Silvani nell'Ithilien che, grazie alla loro presenza, fu bonificata dalla malvagità di Sauron. Rimase in ottimi rapporti sia con Aragorn che con Gimli e non mancava di visitarli spesso, recandosi a Minas Tirith o nelle Caverne Scintillanti. Dopo la morte di Re Elessar, Legolas ritenne che il suo tempo nella Terra di Mezzo fosse concluso e decise finalmente di seguire il richiamo del mare che oltre un secolo prima lo aveva ammaliato. Costruita dunque una piccola nave, discese il corso dell'Anduin e salpò alla volta di Valinor e sembra che con lui vi fosse il Nano Gimli, ormai molto anziano, unico Nano cui i Valar abbiano concesso di raggiungere il Reame Beato, probabilmente su intercessione di Galadriel.

Adattamenti Modifica

Il Signore degli Anelli (1978) Modifica

Legolas 1978

Nell'adattamento di Bakshi, il personaggio di Legolas è doppiato da Anthony Daniels. Nel film animato l'elfo prende il posto del personaggio di Glorfindel ed lui ad andare in contro a Aragorn e agli hobbit nel loro viaggio da Brea verso Gran Burrone. Non viene fatta menzione della sua appartenenza agli Elfi Silvani, il che potrebbe confondere gli spettatori facendo credere che egli sia in realtà un elfo di Gran Burrone suddito di Elrond, anziché un principe del Reame Boscoso.

Il Signore degli Anelli: Il Ritorno del Re (1980) Modifica

Nè Legolas né il nano Gimli appaiono in questo film, anche perché erano essenzialmente irrilevanti per la trama pensata dagli sceneggiatori.

Trilogia de Il Signore degli Anelli (2001-2003) Modifica

640px-Legolas in Moria

Nella Trilogia di Peter Jackson Legolas è interpretato da Orlando Bloom, il quale durante le riprese si ruppe addirittura tre costole. Appare in tutti e tre i film ed è piuttosto fedele al personaggio di Tolkien, salvo alcune modifiche, rese necessarie dall'adattamento cinematografico. Alcune critiche sono state tuttavia rivolte al regista dai fan, che lo accusano di aver reso il personaggio eccessivamente effeminato e di averlo creato mirando a confezionare un prodotto commerciale ad uso e consumo delle ragazzine. Lo stesso Christopher Tolkien, figlio del Professore e curatore principale delle sue opere, ha criticato aspramente le scelte di Jackson.

Trilogia de Lo Hobbit (2012-2014) Modifica

Benché non appaia nel libro de Lo Hobbit il personaggio di Legolas viene inserito nella Trilogia di Peter Jackson. Qui apparirà come invaghito di un'elfa Tauriel (personaggio inesistente nel mondo di Tolkien); parteciperà alla Battaglia dei Cinque Eserciti uccidendo Bolg dopo un rocambolesco combattimento e poi, su suggerimento del padre, partirà alla volta dell'Eriador per unirsi ad un giovane Aragorn, anche se la cosa è alquanto improbabile poiché all'epoca dell'avventura di Bilbo (2941 TE) il giovane Estel aveva appena dieci anni e viveva a Gran Burrone sotto la protezione di Elrond.

CuriositàModifica

  • Stando a quanto detto nell'adattamento cinematografico Legolas durante le vicende della Guerra dell'Anello avrebbe circa 2981 anni e sarebbe nato nell'anno 87 TE. In realtà la sua età non viene mai definita con precisione, ma alcuni indizi portano a pensare che abbia ben più di cinquecento anni
  • Nella bozza de Il Signore degli Anelli Tolkien aveva previsto che il ruolo di Legolas nella Compagnia dell'Anello fosse in realtà ricoperto da Glorfindel.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.