FANDOM



"«Vieni con me, Frodo!», gridò il Nano, correndo fuori della strada. «Non voglio che tu vada via senza prima vedere Kheled-zâram». Discese veloce il lungo pendio verdeggiante. Frodo lo seguì lentamente, attratto, malgrado il dolore e la stanchezza, dalle calme acque blu; Sam gli andò dietro. Giunto vicino alla colonna, Gimli si arrestò levando lo sguardo. La pietra era sbrecciata e logora, e le pallide rune incise tutt’intorno illeggibili. «Questo pilastro indica il punto ove per la prima volta Durin guardò nel Mirolago», disse il Nano. «Guardiamo anche noi prima di proseguire il nostro cammino!». Si chinarono sulle scure acque. Da principio non videro nulla. Poi lentamente ai loro occhi apparvero le forme delle montagne d’intorno specchiate in un azzurro cupo, e i picchi erano come piume di bianche fiamme su di esse; più in alto ancora si estendeva il cielo. Pari a gioielli incastonati negli abissi, le stelle brillanti scintillavano; eppure il cielo sulle loro teste era illuminato dal sole. Non vi era ombra delle loro figure chine. «O Kheled-zârarn splendido e meraviglioso!», disse Gimli. «Ivi giace la Corona di Durin, sino al giorno in cui egli si risveglierà. Addio!». S’inchinò, e volgendo le spalle al lago risalì veloce la verde zona erbosa sino alla strada."
—La vista del Kheled-zâram, Lothlórien, Il Signore degli Anelli


Il Kheled-zâram, conosciuto anche come Mirolago, è un lago che si trova nei pressi dei cancelli orientali di Khazad-dûm, nell'angolo sud-orientale della Valle di Azanulbizar. É forse uno dei laghi più belli della Terra di Mezzo e da esso ha origine il fiume Argentaroggia.

Etimologia Modifica

Il nome Kheled-zâram deriva dal Khuzdul e significa "Lago dello Specchio"; gli fu dato da Durin I quando giunse tra le Montagne Nebbiose. In Sindarin è conosciuto col nome di Nen Cenedril, mentre in Ovestron è semplicemente Mirolago.

Descrizione Modifica

"Verso sud le Montagne Nebbiose si allungavano interminabili a perdita d’occhio. A meno di un miglio di distanza, e leggermente più in basso, poiché essi si trovavano in un punto elevato del fianco orientale della vallata, scorsero un lago; era lungo e ovale, e pareva la punta di una lancia conficcata profondamente nella conca a nord; ma la parte meridionale delle acque era fuori delle ombre, immersa nella luce del sole. Eppure era anch’essa scura, dell’azzurro profondo di un limpido cielo notturno visto da una stanza illuminata. La superficie era calma e per nulla increspata. Tutt’intorno alla nuda sponda i pendii scoscesi erano ricoperti di soffice erba. «E’ il Mirolago, il profondo Kheled-zâram!», disse Gimli triste. «Ricordo quel che egli disse: ” Possa la sua vista procurarti gioia! Ma non potremo attardarci”. A lungo viaggerò prima di poter nuovamente gioire; ora son io che devo affrettare il passo, mentre egli deve rimanere qui»."
—Il Mirolago, Lothlórien, Il Signore degli Anelli


Il Mirolago si presenta come un grande specchio di acqua così pura e cristallina che ci si può specchiare, da qui il nome di Kheled-zâram, inoltre queste sono talmente fredde che è impossibile berle. Nei pressi delle rive del lago sorge un cippo monumentale noto come Colonna di Durin che segna il punto dove Durin I si specchiò.

Storia Modifica

Il lago fu scoperto da Durin I il Senzamorte poco dopo il suo risveglio durante il suo vagare sulle Montagne Nebbiose. Colpito dalla bellezza dello specchio d'acqua al tramonto ci si specchiò vide la propria immagine riflessa incoronata da sette stelle (che in seguito diventeranno parte dello stemma della Casa di Durin). Credendolo un segno Durin decise di stabilirsi in quei luoghi e fondò la città nanica di Moria, che divenne il più glorioso dei regni dei Nani.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale