FANDOM


"I principali tra i Maiar di Valinor i cui nomi sono ricordati nelle storie dei Giorni Antichi, sono Ilmarë, l'ancella di Varda, ed Eönwë, l'alfiere e araldo di Manwë, la cui possanza nel maneggio delle armi non è superata da nessuno in Arda."
—"Valaquenta", Il Silmarillion

Ilmarë è una Maiar e ancella di Varda, dunque uno spirito guardiano della luce e delle stelle. È ritenuta una dei capi dei Maiar insieme a Eönwë, araldo di Manwë.

EtimologiaModifica

In Quenya, Ilmarë significa probabilmente "luce di stella", dalla parola ilma. Christopher Tolkien suppone inoltre che Ilmarë sia collegate a parole come Ilmen e Ilmarin. Il suo nome è probabilmente ispirato al poema epico Kalevala, dove una delle eroine è chiamata Ilmatar.

Altre versioniModifica

In versioni precedenti del legendarium, Ilmarë e Eönwë erano concepiti come la figlia e il figlio di Manwë e Varda, e chiamati rispettivamente Erinti e Fionwë Urion. In seguito, Tolkien abbandonò l'idea dei Figli dei Valar. Come Erinti, era il Vala dell'amore, della musica, e della bellezza, chiamata anche Lotesse e Akairis ("sposa"), sorella di Noldorin e Amillo. Loro tre lasciarono Valinor e dimorarono a Inwenore (in seguito divenuta Tol Eressëa). La seconda metà di Gennaio era chiamata Enrintion, in suo onore.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale