FANDOM


"Fu in Eregion che le parole di Sauron vennero più volentieri recepite, poiché in quella contrada i Noldor erano sempre desiderosi di aumentare l'abilità e la sottigliezza delle loro opere."
—I fabbri dell'Eregion, Il Silmarillion


La Gwaith-i-Mírdain, conosciuta anche come Popolo dei Creatori di Gioielli, fu una confraternita di fabbri elfici che si formò durante la Seconda Era sotto la guida di Celebrimbor, nipote di Fëanor. Essi si stabilirono nella città di Ost-in-Edhil, e forgiarono gli Anelli del Potere seguendo gli insegnamenti di Annátar. Furono praticamente sterminati durante la Guerra tra Sauron e gli Elfi.

Etimologia Modifica

Gwaith-i-Mírdain è un nome di origine Sindarin che significa letteralmente "Confraternita dei Creatori di Gioielli".

Storia Modifica

Origini e la collaborazione con i Nani di Moria Modifica

Celebrimbor and narvi by dalomacchi.jpg

La Confraternita fu fondata da Celebrimbor nel 700 SE assieme ad altri Noldor che allora dimoravano nel Lindon sotto la guida di Gil-Galad. Nel 750 SE Celebrimbor e gli altri fabbri si trasferirono nel regno dell'Eregion, allora governato da Celeborn e Galadriel, e si stabilirono nella città di Ost-in-Edhil, vicino ai Nani di Khazad-dûm e alle miniere di mithril, materiale che essi amavano molto.

Per quasi mille anni i Noldor della Confraternita e i nani del Popolo di Dúrin collaborarono amichevolmente, e la loro fu l'amicizia più duratura e benefica tra Elfi e Nani mai conosciuta in migliaia di anni della storia della Terra di Mezzo. Durante questa collaborazione Celebrimbor creò assieme all'artigiano Narvi le porte dei Cancelli Occidentali di Moria. I Noldor della Confraternita ottennero una tale fama che divennero i più rinomati artigiani elfici dai tempi di Fëanor, che era il nonno di Celebrimbor.

La venuta di Annatar e la forgiatura degli Anelli Modifica

Sauron Annatar-0.jpg
"Sicché, prestarono orecchio a Sauron, e da lui appresero molte cose, grande essendo la sua conoscenza. In quel torno di tempo, gli orafi di Ost-in-Edhil sorpassarono quant'altro avessero mai fatto prima; e venne loro l'idea di fabbricare Anelli di Potere. Ma era Sauron a guidarne le fatiche, perfettamente consapevole di ciò che quelli facevano, essendo suo desiderio di impastoiare gli Elfi e di tenerli sotto controllo."
—I Fabbri dell'Eregion forgiano gli Anelli, Il Silmarillion

Nel 1200 SE, dopo aver fallito nel tentativo di corrompere Gil-Galad e Elrond nel Lindon, Sauron si presentò a Ost-in-Edhil nelle vesti di Annátar (Signore dei Doni), spacciandosi per un inviato dei Valar mandato nella Terra di Mezzo per risanare il male, e insegnò ai Noldor della Confraternita come forgiare gli Anelli del Potere.

I Noldor furono entusiasti delle tecniche e delle conoscenze che appresero da Annátar, e non si accorsero della natura malvagia che albergava in esso, presi com'erano dal desiderio di restaurare la gioia di Valinor anche nella Terra di Mezzo grazie agli Anelli da essi prodotti. Questi artefatti avevano infatti il potere di arrestare, o comunque rallentare, il decadimento del mondo mortale, anche se questo significava stravolgere il naturale corso degli eventi come progettato da Eru; inoltre avevano la facoltà di aumentare enormemente il potere magico del possessore. Essendo in buoni rapporti con i Nani di Khazad-dûm Celebrimbor nel 1500 SE fece omaggio a Durin III di un Anello del Potere.

Il tradimento di Sauron e la fine dell'Eregion Modifica

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Guerra tra Sauron e gli Elfi.
Guerra tra Sauron e gli Elfi by AbePapakhian.jpg

Nel 1590 SE Sauron lasciò l'Eregion per ritornare a Mordor e là nella sua fornace del Monte Fato prese a lavorare all'Unico Anello per domare tutti gli altri. Durante la sua assenza e ignaro di quanto l'Oscuro Signore stava preparando, Celebrimbor forgiò i Tre Anelli Elfici (Nenya, Narya e Vilya) utilizzandole tecniche apprese da Annatar. Tuttavia il fatto che fossero stati forgiati con Sauron assente e non in grado di esercitare la sua influenza, i tre gioielli furono in qualche modo preservati dalla corruzione anche se il fatto di essere stati creati con l'arte di Sauron non li rese del tutto immuni e l'Unico era in grado comunque di stabilire un contatto con loro, anche se non poteva soggiogarli. Nel 1697 SE Sauron annunciò il proprio tradimento e s'infilò al dito il suo Anello, rivelando così la propria natura agli altri possessori. Tuttavia le cose non andarono come egli aveva previsto: anziché piegarsi alla sua volontà i Noldor gli resistettero e si tolsero immediatamente gli Anelli e li nascosero. Furibondo per essere stato giocato Sauron mobilitò le sue armate e invase l'Eregion per impadronirsi con la forza degli Anelli. Celebrimbor fece appena in tempo ad inviare i Tre Anelli a Gil-Galad e Galadriel, che Ost-in-Edhil fu attaccata ed espugnata.

Alcuni Noldor della Confraternita riuscirono a fuggire, ma Celebrimbor fu catturato vivo da Sauron che lo sottopose a terribili tormenti: era riuscito infatti a impadronirsi di sedici Anelli ma mancavano quelli più potenti e lui voleva sapere dove erano nascosti. Celebrimbor caparbiamente resistette alle torture, non rivelando nulla all'Oscuro Signore che, furibondo, lo uccise impalandolo sulla soglia. La morte di Celebrimbor segnò la fine della Confraternita, ma non tutti i suoi membri morirono con lui: alcuni infatti riuscirono a riparare a Imladris sotto la protezione di Elrond e alla fine della Terza Era furono appunto alcuni di quei fabbri a forgiare Andúril per Aragorn dai frammenti di Narsil.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale