FANDOM



" [...] dal lato opposto della Vallata Ovestfalda, si trovava una verde conca, una grande baia nelle montagne, che penetrava fra i colli tramite una gola. Gli abitanti di quella contrada la chiamavano il Fosso di Helm, dal nome di un eroe di antiche guerre che vi si era rifugiato. Sempre più ripida e stretta, la gola serpeggiava da nord verso l’interno all’ombra del Thrihyrne, e le rupi a picco abitate dalle cornacchie si ergevano ai due lati come torri imponenti, impedendo alla luce di filtrare. "
Il Signore degli Anelli, libro III, cap. VII, "Il Fosso di Helm".Il Fosso di Helm (conosciuto anche col nome di Aglarond o Hornburg) è la più grande fortezza del Regno di Rohan, dove ha sede la guarnigione incaricata di sorvegliare i guadi dell'Isen.

La fortezza, costruita sul fianco di una montagna, sorge alla fine di una stretta valle ad imbuto che la rende perfetta per essere difesa anche da un gran numero di nemici, anche se può rivelarsi una terribile trappola per i difensori qualora le difese cedessero.

All'interno della fortezza sono presenti delle enormi grotte, dette "Caverne Scintillanti" per il gran numero di minerali e pietre preziose sulle pareti che scintillano nell'oscurità, all'interno delle quali possono trovare riparo eventuali rifugiati e le famiglie dei soldati.

In questa fortezza si svolge la Battaglia del Fosso di Helm durante la Guerra dell'Anello, tra le forze di Saruman e quelle degli uomini di Rohan.

Nomi ed etimologia Modifica

Il nome di Fosso di Helm in realtà non è il nome ufficiale della fortezza ma quello usato dal popolo per indicare la valle dove essa sorge.

Il nome originale del complesso fortificato è Aglarond che deriva dal Sindarin ed è riferito alle "Caverne Scintillanti" che la fortezza nasconde nelle sue viscere.

I Rohirrim la conoscono anche con il nome di Hornburg cioè "Fortezza del Corno", in riferimento al corno di Helm.

Storia Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi le voci Assedio di Hornburg e Battaglia del Fosso di Helm.

La fortezza fu costruita dagli uomini Gondor in tempi antichissimi, i quali la conoscevano con il nome di Aglarond. Assieme alla fortezza di Angrenost (Isengard), il forte aveva la funzione di guardia dei guadi dell'Isen e dei confini con il Regno di Arnor.

In seguito la fortezza fu donata ai Rohirrim assieme alle province che formarono poi il Regno di Rohan. Durante l'Invasione Dunlandiana del regno di Rohan i Rohirrim, guidati dal loro Re Helm Mandimartello (da cui successivamente prese nome la fortezza), trovarono rifugio nella fortezza e resistettero per un lungo assedio che si protrasse dal 2758 al 2759 della Terza Era.

Alla fine della Terza Era durante la Guerra dell'Anello nella fortezza si combattè una durissima battaglia tra le forze dei Rohirrim e gli Uruk-hai di Isengard e i Dunlandiani alleati di Saruman.

Struttura della fortezza Modifica

Le Mura Modifica

Assalto alle mura del Fosso

Gli Uruk-hai di Saruman danno l'assalto alle mura del Fosso Di Helm in una fan-art.

Le mura del Fosso di Helm furono costruite dagli uomini di Gondor ai tempi del loro splendore, ragion per cui sono costruite nel solido stile numenoreano. Edificate in solida roccia, le mura fortificano l'intera fortezza e la parte inferiore della valle di Helm e sono considerate, a ragione, impenetrabili con i mezzi d'assedio convenzionali.

"Anticamente gli Uomini avevano anche costruito delle mura, dal Trombatorrione alla parete sud, che sbarravano l’ingresso della gola. Sotto di esse un ampio canale sotterraneo permetteva al Fiume Fossato di attraversare i bastioni: il corso d’acqua serpeggiava poi ai piedi della Trombaroccia ed attraversava in un letto profondo un ampio burrone verde, che scendeva in dolce pendio dal Cancello di Helm alla Diga di Helm."
Il Signore degli Anelli, libro III, cap. VII, "Il Fosso di Helm".

L'unico punto debole della costruzione è rappresentato da un canale di scolo per il Fiume Fossato che si apre al centro delle mura della valle che, tuttavia, è chiuso con un enorme e possente grata di metallo.

Trombatorrione Modifica

Mastio del Fosso di Helm

Mastio del Fosso di Helm nella versione cinematografica di Peter Jackson.

"Al Cancello di Helm, davanti all’imboccatura del Fosso, uno sperone di roccia sporgeva dalla parete nord. Sulla punta vi erano alte mura di pietra antica, e all’interno di esse un’altera torre. Gli Uomini narravano che nei lontani tempi gloriosi di Gondor, i re del mare avevano costruito in quel punto la fortezza con l’aiuto di giganti. La chiamavano il Trombatorrione, perché un corno suonato sulla torre echeggiava in tutto il Fosso, come se eserciti Perduti partissero in guerra da caverne all’interno dei colli."
Il Signore degli Anelli, libro III, cap. VII, "Il Fosso di Helm".Il Mastio della fortezza, detto Trombatorrione, sorge in posizione rialzata rispetto alle mura inferiori ed è collegato alla strada che attraversa la valle con un ponte di pietra. Costruito anch'esso secondo le tecniche numenoreane, il mastino si presenta come un compatto blocco di pietra dagli alti merli facile da difendere.

All'interno di questa costruzione si trovano gli alloggi della guarnigione e l'armeria, dove i soldati depositano e riparano le proprie armi. È inoltre presente un'alta torre al cento della struttura, all'interno della quale è custodito il corno di Helm Mandimartello, che era solito farlo suonare prima di intraprendere una delle sue sanguinose sortite, in modo da terrorizzare i nemici Dunlandiani.

Caverne Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi la voce Caverne Scintillanti.
Lotr helms-deep TheGlitteringCaves

Le caverne scintillanti

Nel fianco della montagna su cui è costruita la fortezza, appena dietro le mura che fortificano la valle, sono presenti delle enormi caverne dette Caverne Scintillanti, poiché le sue pareti sono costellate di minerali e pietre preziose che la luce delle torce fa scintillare come un cielo stellato.

All'interno di queste cavità trovano rifugio i civili durante gli assedi e gli ingressi, qualora il nemico facesse irruzione nella fortezza, possono essere facilmente bloccati da dei massi ivi predisposti, così che anche un numero esiguo di uomini può tenere testa ad un intero esercito.

Dopo la Guerra dell'Anello il nano Gimli condurrà una parte del suo popolo nella fortezza per riparare i danni e ampliare le caverne, tanto che alla fine diverrà noto come il "Signore delle Caverne Scintillanti".

Guarnigione Modifica

"Nel Trombatorrione al Cancello di Helm viveva ora Erkenbrand, sire dell’Ovestfalda ai confini del Mark. Poiché i giorni erano cupi di minacce guerresche ed egli era saggio, aveva riparato le mura e rinforzato la cittadella."
Il Signore degli Anelli, libro III, cap. VII, "Il Fosso di Helm".Nella fortezza è generalmente stanziata una guarnigione di Rohirrim, i quali hanno l'incarico di sorvegliare i Guadi dell'Isen.

Non si conosce l'entità numerica precisa dei soldati posti di guardia alla fortezza, tuttavia si apprende che all'arrivo dei rifugiati da Edoras guidati da Théoden, Éomer e Aragorn nel forte erano presenti all'incirca 1000 uomini in grado di combattere, guidati da Erkenbrand.