Wikia

Tolkienpedia

Faramir

Discussione0
393pagine in
questa wiki

Faramir2
Faramir
Informazioni personali
Altri nomi
Titoli Capitano della Torre Bianca, Capitano dei Raminghi dell'Ithilien, Sovrintendente di Gondor, Principe dell'Ithilien, Signore di Emyn Arnen
Data di nascita TE 2893
Anno di scesa al trono
Data di morte FO 82
Regno stabilito
Sposo/a Éowyn
Arma Spada e arco
Descrizioni fisiche
Razza Uomo
Cultura Uomo di Gondor (Casa di Húrin)
Sesso Maschio
Altezza
Colore capelli Castano scuro (libro, castano chiaro (film)
Colore occhi Grigi (libro), Blu (film)
Trilogia del film di Peter Jackson
Attore David Wenham
Voce
Doppiatore italiano Francesco Bulckaen
Personaggio

"Era costui un uomo d'alto rango, simile ad Aragorn in certi momenti; forse il suo lignaggio era meno alto, ma più vicino e tangibile: uno dei Re degli Uomini nato in tempi più recenti, ma impregnato della saggezza e della tristezza dell'Antica Razza.(...) Era un capitano che gli uomini avrebbero seguito (...), persino all'ombra delle ali nere."
— Faramir ne Il Signore degli Anelli



"In Fede, vedrò di nuovo l'Albero Bianco fiorire nei cortili del re... e Minas Tirith in pace."
— Faramir, ne Le Due Torri


Faramir, secondogenito di Denethor (il ventiseiesimo Sovrintendente di Gondor) e fratello di Boromir, è il capitano dei Raminghi dell'Ithilien.

Al contrario del fratello maggiore, egli non era apprezzato dal padre, il quale favoriva soprattutto il primo figlio. Inoltre, al contrario di quest'ultimo, che pensava solo alla guerra, Faramir traeva piacere anche dalle arti e dalla musica. Ciononostante è sempre stato un abile comandante che, grazie alle sue imboscate, riusciva a contrastare i rinforzi che arrivavano a Mordor, indebolendone la potenza militare.

Fu proprio durante un'azione di guerriglia che incontrò Sam e Frodo. Venuto a sapere da Gollum la loro missione, inizialmente avrebbe voluto impossessarsi dell'Anello, ma, resosi conto che sarebbe stato un errore e nonostante fosse ordine del padre stesso di portargli l'Unico, decise di rilasciare gli Hobbit che proseguiranno poi verso il Monte Fato. Ne "Il Ritorno del Re", non riuscirà ad impedire che un'orda di orchetti, comandati da Gothmog, conquisti la città di Osgiliath, dovendo ritirare le sue truppe dalla città per ripararsi a Minas Tirith.

Nella versione cinematografica dell'opera, verrà spronato dal sovrintendente stesso, partirà in testa ad un gruppo di cavalieri con l'intento di liberare Osgiliath, ma un potente sbarramento di frecce renderà vana l'impresa, ferendolo gravemente (mentre nel romanzo viene ferito durante la ritirata). Creduto morto dal padre, rischierà di essere bruciato vivo, ma grazie al tempestivo intervento di Gandalf e Pipino, il capitano di Gondor riuscirà a salvarsi, mentre Denethor morirà avvolto dalle fiamme. Dopo la Guerra dell'Anello, Conquisterà la bella Éowyn, da cui avrà un erede: Elboron, padre a sua volta di Barahir. Inoltre verrà nominato Principe dell'Ithilien e Signore di Emyn Arner da Re Elessar.

CuriositàModifica

  • Faramir ha trentasei anni.

Nella rete di Wikia

Wiki a caso