FANDOM


Gli Esterlings (o nell'originale inglese Easterlings), conosciuti anche come Uomini Neri, sono un popolo di Uomini che vive nell'estremo oriente della Terra di Mezzo nelle inesplorate terre di Rhûn a nord di Mordor. Questi sono uomini di animo malvagio, o quanto meno predisposti alla corruzione delle Forze Oscure, che furono sempre grandi nemici dei Popoli Liberi della Terra di Mezzo e furono quasi sempre alleati di Sauron, l'Oscuro Signore di Mordor. Durante la Guerra dell'Anello combatterono su tutti i fronti inviando i propri soldati a combattere sia contro Gondor che contro Erebor e Dale.

Nomi ed Etimologia Modifica

Esterlings è il nome col quale sono conosciuti in Ovestron e significa letteralmente "Uomini dell'Est". In Sindarin e Quenya sono conosciuti rispettivamente con i nomi di Rhúnedain e Hrónatani che hanno lo stesso significato di Esterlings.

Caratteristiche Modifica

Aspetto Modifica

Gli Esterlings appartengono alla stirpe degli Uomini, ma differiscono abbastanza dalle altre razze umane che popolano la Terra di Mezzo. Non sono molto alti (tra i 160 e i 170 cm) ma sono ben piantati e molto robusti; la loro pelle ha un colore olivastro, i capelli sono neri così come i loro occhi.

Popoli affini Modifica

Cultura Modifica

Esterling in marcia.jpg

La cultura degli Esterlings è molto complessa e varia da tribù in tribù: alcuni, come il popolo dei Carrieri, sono nomadi e si spostano su grandi carri, altri invece sono riusciti a creare veri e propri regni e imperi ben strutturati. Tuttavia, che sia nomade o stanziale, la cultura di questi popoli è votata alla guerra e, molto spesso, alla crudeltà nei confronti dei nemici sconfitti. Non si sa quale sia la loro religione, ma è probabile che siano adoratori di Morgoth; non si conosce nemmeno la loro lingua, in quanto Tolkien non ha mai dato indicazioni di sorta nei suoi scritti. La schiavitù sembra essere parte fondamentale della loro economia e cultura.

Storia Modifica

Prima Era Modifica

Casate degli Esterling della Prima Era.jpg

Le Casate degli Esterling della Prima Era: La Casa di Bór (sopra) che fu amica degli Edain e degli Elfi, la Casa di Ulfang (sotto) che tradì l'alleanza di Maedhros schierandosi con Morgoth

All'inizio, quando i primi Uomini giunsero nel Beleriand, il termine Esterling serviva ad indicare le ultime stirpi di umani che attraversarono gli Ered Luin e a distinguerli dagli Edain. Essi differivano sia dai membri della Casa di Hador che da quella di Marach sia fisicamente che per animo: infatti gli Edain erano per la maggior parte di animo buono e ben disposti nei confronti degli Elfi, mentre gli Esterling erano più disposti alla corruzione di Morgoth. Tuttavia non tutti erano malvagi e i membri della Casa di Bór furono fedeli alleati di Maedhros e combatterono valorosamente nella Nírnaeth Arnoediad venendo tutti massacrati per coprire la ritirata del loro signore. Chi invece poteva considerarsi completamente malvagio erano Ulfang e la sua gente: egli era giunto per ultimo nel Beleriand a capo di una numerosa schiera di Esterling e inizialmente erano alleati ai Figli di Fëanor ma in realtà avevano giurato segretamente fedeltà a Morgoth, l'Oscuro Signore di Angband. Durante la Nírnaeth Arnoediad questi tradirono l'esercito dell'Alleanza di Maedhros e attaccarono alle spalle coloro che poco prima erano alleati, gettando il caos nelle file degli Uomini e degli Elfi. Dopo la battaglia Morgoth concesse agli Esterling di Ulfang di occupare l'Hithlum e di schiavizzare la gente di Húrin. Dopo questo fatto gli Esterling furono per sempre considerati nemici dagli altri popoli della Terra di Mezzo e il loro nome divenne tra gli Uomini sinonimo di slealtà e malvagità. Non si sa cosa accadde agli Esterling del Beleriand dopo la Guerra d'Ira: probabilmente furono sterminati dagli eserciti degli Edain e degli Elfi, bramosi di vendetta e i pochi scampati riattraversarono gli Ered Luin tornando nell'estremo est della Terra di Mezzo.

Seconda Era Modifica

Non si hanno notizie rilevanti degli Esterling durante la Seconda Era. Probabilmente furono alleati con Sauron durante le sue frequenti guerre contro gli Elfi; è probabile che si siano scontrati più volte con gli eserciti di Númenor durante il periodo di espansione nella Terra di Mezzo, uscendone quasi sempre sconfitti.

Terza Era Modifica

Guerre con Gondor Modifica

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi le voci Carrieri, Battaglia delle Pianure e Seconda Battaglia di Dagorlad.


La Guerra dell'Anello Modifica

Durante la Guerra dell'Anello gli Esterlings, che nei secoli precedenti avevano avuto modo di crescere in numero e potenza, fornirono numerose armate a Sauron nella sua guerra contro i Popoli liberi della Terra di Mezzo, rappresentando dopo gli Orchi i contingenti più numerosi. Oltre 30.000 guerrieri vennero inviati come supporto alla Battaglia dei Campi del Pelennor, mentre altri 200.000 furono inviati a Erebor e Dale, per distruggere i due regni e impadronirsi con la forza delle loro ricchezze. In entrambi i casi gli Esterling furono sconfitti, ma nonostante ciò non si dettero per vinti, supportando il loro padrone fino alla fine, nella Battaglia del Morannon, dove furono tutti dispersi e sterminati. Dopo la sconfitta di Sauron furono definitivamente battuti da Re Elessar che con l'aiuto di Éomer di Rohan li ricacciò ad est e recuperò tutti i territori un tempo appartenuti a Gondor fino al Mare di Rhûn.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale