FANDOM


"Sui lunghi declivi alle sue spalle (di Gandalf nd) arrivavano a piedi mille uomini brandendo la spada. Fra loro incedeva un uomo alto e possente. Il suo scudo era rosso. Giunto sull'orlo della vallata, si portò alle labbra un grande corno nero e ne trasse uno squillo vibrante. «Erkenbrand!», gridarono i Cavalieri. «Erkenbrand! »"
—L'arrivo di Erkenbrand al Fosso di Helm, Il Signore degli Anelli

Erkenbrand è fu un uomo della stirpe dei Rohirrim che visse a cavallo tra la Terza e la Quarta Era. Durante la Guerra dell'Anello ricoprì l'incarico di Maresciallo dell'Ovestfalda e assieme a Gandalf guidò le truppe che giunsero in soccorso di Théoden durante la Battaglia del Fosso di Helm.

Etimologia Modifica

Erkebrand è un nome che deriva dall'antico inglese e significa "Spada Preziosa".

BiografiaModifica

Erkenbrand nacque a Rohan, probabilmente nella fortezza del Fosso di Helm, intorno al 2960 TE dall'allora Signore dell'Ovestfalda. Ebbe probabilmente una sorella della quale non si conosce il nome, ma che gli diede un nipote di nome Dúnhere. In gioventù Erkebrand combatté al fianco di Théoden che, per ricompensarlo dei suoi servigi, lo nominò Maresciallo. Era inoltre un caro amico del Re, il quale spesso si rivolgeva a lui per ottenere consiglio su questioni spinose. Alcuni anni prima dell'inizio della Guerra dell'Anello rimise nelle mani del Re il suo incarico di Maresciallo e si ritirò nel Fosso di Helm, non si sa se per sua precisa volontà o per colpa delle trame di Grima Vermilinguo.

Tuttavia il 25 Febbraio 3019 TE, a seguito della morte del Principe Théodred nella Prima Battaglia dei Guadi dell'Isen, a Erkebrand toccò ritornare in servizio prendendo il comando delle truppe stanziate lungo i Guadi dell'Isen per parare un eventuale secondo attacco da parte di Saruman. Tuttavia il 2 Marzo le sue truppe vennero attaccate di sorpresa da un grande esercito di Uruk-hai e disperse dopo una breve battaglia: la confusione fu tale che si sparse la voce che lo stesso Maresciallo fosse disperso o ucciso. In realtà il Erkebrand non era morto, ma stava faticosamente cercando di radunare i suoi reparti sbandati. Venne tuttavia ritrovato da Gandalf che era andato alla ricerca di rinforzi per soccorrere Théoden assediato dalle truppe di Saruman al Fosso di Helm.

Erkebrand assieme allo stregone radunò di nuovo le sue truppe e marciò contro l'Esercito di Isengard con 1,000 cavalieri ed altri 1,000 fanti. Raggiunse il campo di battaglia il 4 Marzo giusto in tempo per soccorrere la sortita degli assediati e dare un contributo decisivo alla sconfitta dell'Esercito di Saruman.

Dopo la battaglia partecipò al consiglio di guerra tenutosi a Dunclivo, ma non partì verso Gondor assieme al resto dell'Esercito di Rohan: infatti Théoden volle lasciare metà del suo esercito a proteggere i confini orientali di Rohan da un eventuale assalto di Mordor ed Erkebrand, che era ritenuto uno dei più esperti comandanti, venne messo a capo delle forze di difesa. Contribuì probabilmente sconfiggere gli orchi reduci dall'Assalto a Lothlórien assieme agli Ent e agli Ucorni di Barbalbero.

Dopo la fine della Guerra dell'Anello, Éomer, divenuto Re, per ricompensare Erkenbrand dei suoi servigi lo nominò Maresciallo della Marca Occidentale.