FANDOM


Gli Ent, chiamati anche Onodrim dagli Elfi, sono la razza piú antica della Terra di Mezzo. Furono stati creati da Eru Ilúvatar per difendere le opere di Yavanna dai Nani e dagli Orchi. Sono anche conosciuti come "Pastori degli Alberi", in quanto si occupano di preservare le foreste, sradicando erbacce, contenendo gli alberi maligni e proteggendo gli alberi dalle asce degli Orchi.

Etimologia Modifica

Ent è il nome che la gente di Rohan dette a queste creature in tempi talmente remoti da essere ricordati ormai solo nelle leggende; significa letteralmente "Gigante". Nelle lingue elfiche erano originariamente conosciuti con il nome di Onodrim (plurale) o Enyd (singolare) nella lingua Sindarin, mentre in Quenya erano noti come Onyalie e Onya. Nelle antiche leggende della terra di Mezzo sono anche conosciuti col nome di Pastori degli Alberi.

Aspetto e caratteristiche Modifica

Aspetto Modifica

L'aspetto di queste creature varia da Ent ad Ent, molti somigliano agli alberi che sono soliti accudire come querce, castagni o betulle. Hanno un numero variabile di dita, che varia da tre a nove, sia delle mani che dei piedi; sono inoltre molto alti e forti, più dei Troll che Barbalbero afferma non essere altro che "Una brutta imitazione degli Ent che il Nemico fece nei Tempi Remoti, così come gli Orchi sono una brutta imitazione degli Elfi". Oltre agli Ent esisteva comunque la loro controparte femminile, le "Entesse", con le quali generavano dei bambini detti anche "Entini".

Società Modifica

La società degli Ent non è centralizzata come le altre civiltà della Terra di Mezzo: essi non hanno un Re o un Capo, anche se Barbalbero essendo uno dei più anziani gode di un certo rispetto, e quando devono prendere delle decisioni si riuniscono nell'Entaconsulta per decidere collegialmente il da farsi. Dal Signore degli Anelli sembra che siano articolati su un sistema di famiglie, ognuna delle quali ha la responsabilità di una determinata parte della foresta; Bregalad ad esempio appartiene alla famiglia di Scorzapelle, ed ha la responsabilità delle foreste di castagni e betulle che crescevano a nord di Isengard, prima che i servi di Saruman le bruciassero per ottenere legna da ardere o per semplice cattiveria.

Lingua Modifica

Gli Ent parlano una propria lingua, l'Entese, che tuttavia non ha uguali nella Terra di Mezzo: si tratta di un linguaggio talmente lungo e incomprensibile che neppure i più dotti tra gli Elfi, quando ancora vi erano rapporti abbastanza frequenti tra le due razze, riuscirono mai a metterlo per iscritto. Dai loro rapporti con gli Elfi tuttavia gli Ent hanno tratto una vera passione per le lingue, che sono in grado di imparare in brevissimo tempo, con una predilezione particolare per il Quenya, il latino elfico.

StoriaModifica

Origini Modifica

Gli Ent vennero creati da Eru Ilúvatar quando il mondo era ancora giovane per venire incontro ai desideri della Vala Yavanna; essa infatti era molto preoccupata per il fatto che i Figli di Ilúvatar e i figli di Aüle avrebbero avuto piena potestà sulle sue opere e temeva che, se non fossero stati in qualche modo frenati, avrebbero distrutto tutte le foreste. Ella si rivolse dunque a Manwë, il più grande tra i Valar, affinché parlasse a Eru di queste sue preoccupazioni e gli esprimesse i suoi dubbi. Eru tuttavia le disse che già aveva previsto questo suo cruccio durante l'Ainulindalë e che vi aveva già posto rimedio: quando i Primogeniti si sarebbero svegliati sulla terra sarebbero apparsi degli spiriti che avrebbero preso forma e protetto gli alberi dall'eccessiva distruzione, preservando così parte delle opere di Yavanna.

Storia successiva Modifica

Nel corso delle ere successive non si seppe molto sugli Ent né sul ruolo che giocarono negli eventi che scossero il mondo durante la Prima e la Seconda Era. Durante gli Anni degli Alberi vennero in contatto con gli Elfi che svegliarono in loro la voglia di esprimersi e gli insegnarono a parlare. Si sa che durante la guerra tra il Doriath e i Nani di Nogrod, causata dall'assassinio di Thingol, gli Ent che abitavano quelle foreste massacrarono i superstiti dell'esercito dei Nani che aveva invaso il Doriath, schierandosi dalla parte di Beren e Dior.

Non si sa se gli Ent presero parte alla Guerra d'Ira, anche se è improbabile che queste creature siano rimaste neutrali ad un conflitto che coinvolse anche i Valar. Dopo che Morgoth fu sconfitto e il Beleriand distrutto, gli Ent che vivevano in quella terra attraversarono gli Ered Luin e posero la propria dimora nell'immensa foresta che da Boscoverde arrivava fino agli estremi confini occidentali dell'Eriador.

A metà circa della Seconda Era, durante le guerre tra Sauron e gli Elfi, gli Ent persero le Entesse e a lungo le cercarono in lungo e in largo, ma alla fine, richiamati dai propri doveri d Pastori degli Alberi, rinunciarono alla ricerca.

Ent army.png

Gli Ent marciano su Isengard

Durante la Guerra dell'Anello giunsero nella Foresta di Fangorn due Hobbit, Merry e Pipino, che risvegliarono la furia degli Ent raccontandogli del tradimento di Saruman e la sua alleanza con Sauron. Inferociti per gli alberi abbattuti da Saruman gli Ent dettero l'assalto a Isengard distruggendone le mura e le fucine di Saruman, oltre ad uccidere tutti gli Orchi.

Dopo la fine della Guerra Aragorn, oramai divenuto Re Elessar, donò agli Ent Isengard e i territori circostanti investendo Barbalbero della signoria su quei luoghi. Non si sa se con la sconfitta di Sauron e l'apertura di nuove strade ad Est gli Ent abbiano ripreso a cercare le Entesse, ma la cosa è alquanto probabile e forse potrebbero aver avuto successo nella loro ricerca, anche se nulla è noto in proposito.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale