FANDOM


Elwing era una donna della stirpe dei Mezzelfi figlia di Dior Eluchil,Re del Doriath, e Nimloth. Ebbe due fratelli di nome Elúred e Elurín che però scomparvero a seguito del Secondo Fratricidio. Riuscita a scampare all'attacco dei Figli di Fëanor contro Menegroth assieme al Silmaril, sposò Eärendil il Marinaio, figlio di Tuor, al quale diede due figli: Elrond e Elros.

Etimologia Modifica

Il nome "Elwing" ha due diverse etimologie: La prima lo indica come un nome composito Sindarin derivante dalle parole êl ("stella") e wing ("spruzzo") col significato di "spruzzo di stelle". Il nome le venne dato dal padre Dior poiché:

"Era nata in una notte stellata in cui la luce degli astri riscintillava negli spruzzi della cascata di Lanthir Lamath accanto alla casa di suo padre."
—op. cit., pp. 295

La seconda etimologia si rifà ad "Ailwing", grafia più antica di "Elwing", e derivante da ailion ("lago") e gwing ("schiuma") col significato di "schiuma di lago", usato come sinonimo per "ninfea dal fiore bianco".

Biografia Modifica

La nascita e il Secondo Fratricidio Modifica

Dior's family

Elwing (in braccio alla madre) assieme ai genitori e ai fratelli

Quando il padre Dior ascese al trono del Doriath, popola morte del suo bisnonno Thingol, Elwing era appena una bambina. Nel 506 PE i Figli di Fëanor attaccarono la reggia di Menegroth, rivendicando il possesso del Silmaril che i suoi nonni, Beren e Luthien, erano riusciti a rubare a Morgoth. In quello che in seguito venne ricordato come il Secondo Fratricidio Elwing perse tutta la sua famiglia: il padre Dior morì combattendo contro Celegorm, la madre Nimloth rimase uccisa nella confusione, mentre i suoi fratelli Elúred e Elurín scomparvero nei boschi abbandonati dai servi di Celegorm. Grazie all'aiuto di Celeborn, Elwing riuscì a fuggire assieme ad altri superstiti del Doriath portando con sé il Silmaril, l'Anello di Barahir e la spada del padre Aranrúth. Raggiunse dunque le foci del Sirion, dove i superstiti di quello che era stato il glorioso regno di Thingol, formarono piccolo principato elfico.

Il matrimonio con Eärendil e il viaggio a Valinor Modifica

Ulmo saving Elwing

Ulmo salva Elwing gettatasi dalla scogliera per sfuggire a Maedhros e Maglor

Nel 527 PE Elwing si sposò con Eärendil il Marinaio, figlio di Tuor e Idril, con il quale andò a vivere presso le foci del Sirion. L'anno successivo la giovane dette alla luce due gemelli, cui fu dato il nome di Elrond e Elros. Per un po' di tempo Elwing visse abbastanza felice, anche se il marito non stava molto in casa impegnato com'era nel cercare un modo per raggiungere Valinor e chiedere l'aiuto dei Valar contro Morgoth. Nel 538 PE tuttavia i Figli di Fëanor vennero a conoscenza del fatto che Elwing era sopravvissuta e che ancora possedeva il Silmaril, ragion per cui attaccarono le Foci del Sirion compiendo quello che in seguito divenne noto come Terzo Fratricidio. Presi in ostaggio Elrond e Elros, Maedhros e Maglor minacciarono di ucciderli se Elwing non avesse consegnato loro il gioiello. Conscia che se avesse acconsentito alle loro richieste la causa dei popoli del Beleriand sarebbe stata perduta, Elwing si getto con il Silmaril da una scogliera con l'intento di suicidarsi e portare con sé il gioiello.

Earendil and Elwing

Elwing, trasformata in gabbiano, raggiunge il marito con il Silmaril

Tuttavia, prima che si schiantasse sugli scogli, intervenne il Vala Ulmo che la trasformò in un gabbiano e le indicò la posizione della nave di Eärendil affinché potesse raggiungerlo e le svelò che avrebbe potuto giungere a Aman grazie alla luce del Silmaril. Dopo un lungo volo Elwing riuscì a raggiungere il marito e a metterlo al corrente degli ultimi avvenimenti; Eärendil prese dunque la decisione di partire immediatamente alla volta di Aman e assieme alla moglie volse la prua a ovest seguendo la luce del Silmaril. Alla fine riuscirono a giungere a Valinor dove i due sposi, spalleggiati da Ulmo, riuscirono a convincere i Valar a inviare aiuti nel Beleriand scatenando la terribile Guerra d'Ira contro Morgoth.

Elwing non tornò più nel Beleriand e non rivide più i suoi figli. I Valar le concessero di dimorare in una bianca torre sulle spiagge di Eldamar, dove la giovane impegnava il suo tempo a discorrere con gli uccelli marine e ad impararne i vari linguaggi. Inoltre il Vala Ulmo le concesse per sempre il potere di trasformarsi in un gabbiano così che potesse recarsi dal marito Eärendil che, con la sua nave Vingilöte e con il Silmaril, solcava i cieli.


Linea dei MezzelfiModifica

Finwë
 
Indis
 
Casa di Hador
 
Casa di Haleth
 
Casa di Bëor
 
Thingol
 
Melian
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Fingolfin
 
 
 
Galdor "l'Alto"
 
Hareth
 
Barahir
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Turgon
 
Elenwë
 
Huor
 
 
 
Beren (uomo)
 
 
 
Lúthien (elfa)
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Idril (elfa)
 
 
 
Tuor (uomo)
 
 
Nimloth
 
Dior[1]
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Eärendil
 
 
 
Elwing
 
Eluréd
 
Elurín
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Galadriel
 
Celeborn
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Elros
 
 
 
Elrond
 
Celebrían
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Re di Númenor
Signori di Andúnië
Re di Arnor
Re di Arthedain
Capitani dei Dúnedain
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aragorn (uomo)
 
Arwen (elfa)
 
Elrohir
 
Elladan
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Eldarion
Note

[1] Dior fu il primo Mezzelfo. Tutti i Mezzelfi sono indicati in corsivo.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.