FANDOM


"Costoro erano i Nandor, i quali divennero un popolo a sé, diversi dai loro simili, salvo che amavano l'acqua e dimoravano per lo più accanto a cascate e correnti. Maggiore di tutti gli altri Elfi era la conoscenza che avevano delle cose viventi, alberi ed erbe, pennuti e animali terrestri. In anni successivi, Denethor, figlio di Lenwë, alla fine riprese il cammino verso l'ovest e condusse una parte dei Nandor di là dai monti in Beleriand prima che nascesse la Luna."
—I Nandor, il Silmarillion


Gli Elfi Silvani sono una stirpe di Elfi che dimora alla Terra di Mezzo, concentrandosi soprattutto a Lothlórien, dove vivono assieme ad alcuni Noldor, e a Bosco Atro dove Thranduil governa il Reame Boscoso e dove sono piuttosto numerosi. Essi sono conosciuti anche come Nandor affini agli Elfi Verdi che durante la Prima Era abitavano nella regione dell'Ossiriand nel Beleriand. A questo popolo apparteneva Legolas, Principe del Reame Boscoso, che fu membro della Compagnia dell'Anello.

Etimologia Modifica

Nando nella lingua Sindarin significa letteralmente "Coloro che tornarono indietro", in riferimento al fatto che appartenevano a quella stirpe dei Teleri che non se la sentì di attraversare gli Ered Luin e decise di rimanere nella Terra di Mezzo.

Lingua e cultura Modifica

Guerriero degli Elfi Silvani

Gli Elfi Silvani parlano una lingua affine al Sindarin cioè il Nandorin, il quale differisce dalla prima unicamente per gli accenti e alcune parole. Gli Elfi Silvani sono abilissimi nella lavorazione del regno e i loro archi sono tra i migliori della Terra di Mezzo; sono inoltre capaci di creare vesti con tessuti particolari in grado da fornire un ottimo riparo nei luoghi che si trovano ad attraversare, rendendoli quasi invisibili agli occhi nemici e riparandoli sia dal caldo che dal freddo. Sono inoltre conosciuti per il Lembas delle speciali gallette dolci da viaggio molto energetiche, di cui una sola è in grado di sostenere un uomo adulto per un'intera giornata di viaggio.

Storia Modifica

Origini Modifica

I Nandor si risvegliarono come gli altri Elfi presso il Lago Cuiviénen in tempi antichissimi. Essi erano affini alla stirpe dei Teleri. Essi intrapresero il Grande Viaggio assieme alle altre stirpi degli Elfi, ma quando giunsero presso Boscoverde s'innamorarono dei boschi e del fiume Anduin, sostandovi a lungo presso le sue rive e tra i grandi alberi. Quando vene il momento di ripartire molti, alla vista delle Montagne Nebbiose, si scoraggiarono e decisero di rimanere nella Valle dell'Anduin e il loro Re fu Lenwë. Assunsero dunque il nome di Nandor ed assi in seguito si unirono anche diversi Elfi della stirpe degli Avari. Per secoli rimasero separati dai loro cugini Sindar e con essi non ebbero per molto tempo nessun contatto, sviluppando una propria cultura autonoma.

Prima Era Modifica

Non si sa molto degli Elfi Silvani durante la Prima Era. Poco prima dell'inizio di questa Era Denethor, figlio di Lenwë, guidò a ovest una parte del popolo di suo padre e, dopo un breve soggiorno nell'Eriador, attraversarono gli Ered Luin e si stabilirono nella regione dell'Ossiriand assumendo il nome di Elfi Verdi. Con tutta probabilità i Nandor furono i primi a venire in contatto con gli Uomini non appena questi si svegliarono, e ad essi insegnarono molto come il linguaggio (il Talliska parlato dai primi uomini aveva infatti forti influenze del Nandorin) e l'artigianato del legno. Ebbero comunque diversi contatti anche con i Nani, dai quali appresero la lavorazione del ferro e molte altre cose.

Seconda Era Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi la voce Ultima Alleanza tra gli Elfi e gli Uomini.
Thranduil e Oropher

La morte di Oropher

Dopo la Guerra d'Ira e la distruzione del Beleriand la maggior parte dei Sindar non partì per l'Ovest, ma rimase nella Terra di Mezzo fondando il regno del Lindon assieme ai Noldor. Tuttavia non tutti erano felici di questa convivenza e, sotto la guida di Oropher e Amdír, intrapresero un viaggio verso est che li portò ad attraversare le Montagne Nebbiose e a giungere a Boscoverde. Qui si unirono ai Nandor, che accolsero a braccia aperte i loro cugini Sindar, e fondarono il Reame Boscoso e il Regno di Lothlórien. Questi regni furono sempre alleati e in seguito presero parte alla Guerra dell'Ultima Alleanza contro Sauron, anche se molti di loro morirono, compresi Oropher e Amdír.

Terza Era Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi le voci Battaglia dei Cinque Eserciti e Guerra dell'Anello.

La Terza Era fu per i Nandor, come per buona parte del popolo elfico, un'era di declino e molti di essi cominciarono ad abbandonare a Terra di Mezzo. Fu un processo lento ma costante che tuttavia in un primo tempo risparmiò Lothlórien, sulla quale regnava Amroth figlio di Amdír, e il Reame Boscoso, dove Thranduil era succeduto al padre. Sauron nel frattempo ritornò nella Terra di Mezzo e stabilì la sua residenza a Dol Guldur, che un tempo era stata la reggia di Oropher, costringendo i Nandor a ritirarsi a nord del Boscoverde, che in seguito divenne tristemente noto come Bosco Atro. Nel 1980 TE Amroth rinunciò alla signoria su Lothlórien cedendola a Celeborn e Galadriel e da quella data il declino divenne irreversibile.

Quarta Era Modifica

Dopo la sconfitta di Sauron i Nandor rioccuparono i territori che a lungo avevano perduto, sanandoli dalle nequizie dell'Oscuro Signore e Thranduil espande nuovamente il suo regno a sud. Il figlio di Thranduil, Legolas, su richiesta di Re Elessar guidò una numerosa schiera del suo popolo nell'Ithilien, che tornò a prosperare e ridivenne la regione più bella del regno di Gondor. Tuttavia la vittoria sul Nemico non arreso l'esodo degli Elfi che anzi, con l'inizio della nuova era si fece sempre più serrato, tanto che dopo appena sessant'anni dalla sconfitta dell'Oscuro Signore Lothlórien era completamente disabitato. Dopo la morte di Aragorn, Legolas partì con l'amico Gimli alla volta di Aman, ma i suoi sudditi lo avevano già preceduto. Rimanevano solamente i Nandor sudditi di Thranduil, il quale non sentiva alcun richiamo per l'Ovest e si rifiutò testardamente di abbandonare il suo reame, benché non abbia mai proibito ai suoi sudditi di lasciarlo. Non si sa con esattezza cosa accadde agli ultimi Nandor: alcuni ipotizzano che alla fine siano partiti per l'Ovest, mentre altri ritengono che abbiano scelto di rimanere fino all'ultimo nella Terra di Mezzo, divenendo degli spiriti in simbiosi con le foreste.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.