FANDOM


"Aragorn rispose: «Dama, tu conosci il mio unico desiderio, ed hai custodito a lungo il solo tesoro ch’io cerchi. Eppur anche volendolo, tu non potresti darmelo; sono io che lo raggiungerò al di là delle tenebre». «Tuttavia ho qui qualcosa che forse porterà conforto al tuo cuore», disse Galadriel; «mi fu consegnata affinché te la dessi, qualora tu fossi passato dalle nostre terre». Tolse dal grembo una grande pietra verde e limpida, incastonata in una spilla d’argento a forma d’aquila con le ali distese; la tenne alla luce, e la gemma sfavillava come il sole tra le foglie della primavera. «Questa gemma io diedi a Celebrian, mia figlia, ed ella a sua volta la donò alla sua; giunge ora nelle tue mani in segno di speranza. In questo momento prendi il nome a te predestinato, Elessar, gemma elfica della casa di Elendil!». Aragorn prese la spilla e se l’appuntò al petto, e coloro che lo guardavano furono colti da meraviglia; mai infatti avevano notato il suo portamento eretto e regale, e parve loro che le spalle del capo della Compagnia si fossero alleggerite di molti anni logoranti."
—Addio a Lorien, Il Signore degli Anelli

Elessar, conosciuta anche come Gemma Elfica e Gemma di Eärendil, è il nome con il quale è noto un preziosissimo gioiello di fattura elfica che passò di mano in mano fino a giungere a Aragorn che si fregiò del gioiello assumendone anche il nome quando ascese al trono di Gondor. Vi sono molte leggende riguardo alle origini di questa spilla e diverse discordano tra di loro.

Etimologia Modifica

Elessar è una parola di origine Quenya che significa letteralmente "Gemma Elica".

Descrizione Modifica

Il gioiello è descritto come una spilla di oro bianco a forma d'aquila, con incastonatavi una gemma verde come le foglie degli alberi di Gondolin. La gemma era stata creata secondo le antiche tecniche dei Noldor ed in sé aveva imprigionata la bellezza del verde delle foglie e la luce del sole che illuminava Gondolin.

Storia Modifica

Non si conoscono le esatte origini del gioiello, la versione più accreditata sostiene che sia stata creata a Gondolin dall'artigiano Noldor Enerdhil, anche se alcuni sostengono che il vero artefice della spilla fu in realtà Celebrimbor, nipote di Fëanor e grande artigiano al pari del nonno. Salvata dalla Caduta di Gondolin, la spilla fu data a Eärendil che la portò con sé nel suo viaggio a Valinor, facendola scomparire dalla Terra di Mezzo. Una versione successiva della leggenda sostenne che Celebrimbor creò una copia del gioiello per Galadriel, della quale era innamorato, la quale la cedette a sua figlia Celebrían che a sua volta la passò a sua figlia Arwen. Tuttavia la versione ufficiale è che quando Gandalf giunse nella Terra di Mezzo, portava con sé il gioiello originale, che gli era stato dato dalla Valier Yavanna in persona, è che lo avrebbe consegnato a Galadriel e da lei sarebbe poi passata a sua nipote. La spilla fu di nuovo affidata da Arwen alla nonna la quale quale la consegnò a Aragorn quando questi si trovò a passare per Lothlórien come parte della dote nuziale della nipote e predicendo che il suo futuro di Re sarebbe stato legato al gioiello. Quando Aragorn ascese al trono di Gondor si fregiò della spilla come uno dei suoi massimi simboli di regalità e assunse, come Galadriel aveva predetto, il nome di Re Elessar.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale