FANDOM


La Battaglia di Dale fu uno scontro combattuto tra i regni alleati di Dale e di Erebor contro gli Esterlings alleati dell'Oscuro Signore durante la Guerra dell'Anello dal 17 al 20 Marzo 3019 TE. Sebbene inizialmente il vantaggio fosse andato agli Esterlings, che uccisero Re Brand II e Dain II Piediferro, alla fine con la sconfitta di Sauron a sud si sbandarono e vennero definitivamente schiacciati dagli eserciti alleati degli Uomini di Dale e dei Nani.

Antefatto Modifica

Quando Frodo lasciò la Contea per dirigersi a Gran Burrone, ad Erebor giunse un messaggero di Sauron, probabilmente uno dei Nazgûl, il quale chiese udienza a Re Dain per esporgli le offerte dell'Oscuro Signore. Queste erano: il riconoscimento della sovranità di Sauron sulla Montagna Solitaria, l'obbligo di rifornire le armate di Mordor di armi e rifornimenti per la guerra, più altre onerose richieste. In cambio, Sauron prometteva di astenersi dall'attaccare Erebor e ventilava l'ipotesi della restituzione a Dain di tre dei Sette Anelli del Potere forgiati per i sette Re dei Nani oltre duemila anni prima. Dain, indignato, ribatté al messaggero che di Re Sotto la Montagna ne esisteva uno solo e che non intendeva sottomettersi all'Oscuro Signore. Il messaggero di Sauron minacciò allora che le armate dell'Oscuro Signore sarebbero venute a prendersi Erebor con la forza. I Nani dunque sfidarono Sauron a venirsele a prendere passando sui loro cadaveri. Dopo ciò, Dain inviò un'ambasceria, della quale facevano parte Gloin e suo figlio Gimli, al Consiglio di Elrond per informarlo della situazione e della sua impossibilità di portare aiuto in un'eventuale guerra contro Sauron a Sud.

La Battaglia Modifica

Le forze in campo Modifica

L'assalto di Sauron non si fece attendere. Il 17 marzo 3019 TE un enorme esercito di centinaia di migliaia di soldati, tra Esterlings e orchi, attaccò il regno di Dale e la Montagna Solitaria cercando di impedire che i due alleati unissero le loro forze per affrontarli. Sia Brand di Dale che Dain di Erebor compresero che se l'avversario fosse riuscito a circondarli non avrebbero avuto alcuna possibilità, dunque decisero di affrontare il nemico in campo aperto per dare modo agli abitanti di Dale e degli insediamenti circostanti di ritirarsi al sicuro all'interno delle mura della Montagna Solitaria. Complessivamente i due alleati potevano mettere in campo una forza di circa 50,000 soldati da opporre ad un esercito di circa 200,000 uomini; nonostante l'evidente sproporzione di forze tra le due armate, sia i Nani che gli Uomini di Dale potevano contare su un armamento di fattura nanica, decisamente migliore di quello dei loro nemici, il che rappresentava un discreto vantaggio a favore delle forze di Dale e Erebor. Tuttavia, benché sicuramente non armati come i Nani, gli Esterlings erano tutto fuorché pessimi soldati: infatti nelle loro incursioni nei confini orientali dei regni di Gondor e Rohan avevano dato prova di essere in grado di combattere in battaglie manovrate e avevano inflitto più di qualche sconfitta sia ai Rohirrim che ai Dúnedain. Inoltre lo svantaggio tecnologico era abbondantemente compensato dalla preponderante superiorità numerica.

Lo scontro Modifica

Brand fight

La battaglia tra i due eserciti ebbe luogo tra le colline a est di Erebor: la zona venne scelta da Brand e Dain affinché il terreno irregolare impedisse ai nemici di assumere un lungo schieramento compatto e rendesse difficoltose le cariche della cavalleria avversaria. I due eserciti si affrontarono dunque per tre giorni in sanguinosi corpo a corpo dove gli attacchi degli Esterlings si alternavano ai contrattacchi dei Nani e degli Uomini di Dale, con pesanti perdite da entrambe le parti; tuttavia, dopo tre giorni di continui combattimenti, le schiere di Dale e Erebor accusarono la stanchezza e cominciarono ad arretrare lentamente verso la Montagna Solitaria.

Battle of Dale

Gli Esterlings si accorsero della debolezza avversaria e intensificarono gli sforzi contro gli avversari, incalzandoli fin quasi sotto le porte di Erebor. Qui Brand e Dain, con le rispettive guardie personali, si resero protagonisti di un'eroica resistenza al fine di permettere a tutti i cittadini di Dale e ai soldati di rifugiarsi all'interno delle possenti mura naniche. Brand cadde davanti alla porta crivellato dai colpi dei nemici e Dain, che si era lanciato in una carica disperata per difendere il corpo dell'amico, lo seguì poco dopo.

L'assedio di Erebor e la sconfitta degli Easterlings Modifica

Gli Esterlings dunque rimasero padroni del campo e si aggiudicarono il primo round dello scontro, disponendosi per assediare le truppe dei Nani e degli Uomini che ancora resistevano guidate dai figli di Dain e Brand: Thorin III Elmenpietra e Bard II. Dopo una settimana di assedio tuttavia agli Esterlings giunse la notizia della sconfitta definitiva di Sauron a sud e, demoralizzati e senza più una guida, cominciarono a sbandarsi. Bard e Thorin, notato lo sbandamento del nemico, decisero quindi di guidare una sortita contro lo schieramento nemico, che penetrò nelle linee degli Easterlings come il classico coltello nel burro, travolgendo qualsiasi resistenza. Alla fine le truppe d Dale e Erebor uscirono vittoriose dallo scontro e con quest'ultima grande battaglia poté dirsi conclusa la Guerra dell'Anello nell'est della Terra di Mezzo.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale