Fandom

Tolkienpedia

Balrog

1 512pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Balrog.jpg

Un Balrog in un'illustrazione

"Molti dei Maiar, infatti, vennero attratti dal suo splendore [di Morgoth,ndr] nei giorni della sua grandezza e gli rimasero fedeli anche quando cadde nell'oscurità; e altri in seguito ne corruppe , asservendoseli con menzogne e con doni ingannevoli. Tremendi tra questi spiriti furono i Valaraukar, i flagelli del fuoco che nella Terra di Mezzo furono chiamati Balrog, i demoni del terrore."
—L'origine dei Balrog ne Il Silmarillion

I Balrog, noti in Quenya come Valaraukar, erano demoni di fuoco, servitori di Melkor. Vengono spesso definiti come esseri di fuoco e oscurità: infatti i loro cuori erano di fuoco, ammantati di negrore e il terrore li precedeva. Essi erano armati con fruste fiammeggianti a molte corde e con spade scintillanti. Erano i servi più potenti dell'oscuro signore.

EtimologiaModifica

"Balrog", il cui significato letterale è "Demone di Potere" è una forma Sindarin. La sua particolarità sta nel fatto che è una delle poche forme Sindarin che mantegono la radice orginaria "bal-" cioè "potere" che in seguito fu sostituita da "val-", come si nota in "Valar", "Valinor", "Valaquenta". La forma in Quenya per "Balrog" è "Valaraukar".

StoriaModifica

333 G.jpg

Un Balrog rappresentato con in mano la sua frusta fiammeggiante

I Balrog erano in origine Maiar, che furono attratti dallo splendore di Melkor nei giorni della sua grandezza e gli rimasero fedeli anche nella tenebra. Essi si radunarono insieme a tutti gli altri spiriti e demoni che erano stati corrotti nelle aule di Utumno e Angband, diventando i comandanti dei suoi eserciti. Durante la Seconda Guerra delle Potenze, il loro numero fu molto ridotto in quanto molti caddero nei combattimenti; ma nelle aule crollate di Angband, dove i Valar nella fretta di raggiungere Utumno e scovare Melkor non erano arrivati, alcuni di essi si nascosero e rimasero in attesa del ritorno del loro Signore. In seguito, essi furono richiamati dal grido di Melkor che era stato avvinghiato da Ungoliant, dopo l' Ottenebramento di Valinor e tornarono con lui alle rovine di Angband, che venne ricostruita. In molti episodi delle guerre condotte da Melkor contro i Noldor, i Balrog ebbero una grande rilevanza e importanza. Tra di essi, spiccò di gran lunga Gothmog, signore dei Balrog e supremo comandante di Angband, il quale atterrò e ferì a morte Fëanor.

Durante la Guerra d'Ira, i Balrog furono annientati, salvo quei pochi tra loro che fuggirono e andarono a nascondersi in grotte inacessibili alle radici della Terra. Uno di questi fu il Flagello di Durin, che ingaggiò uno scontro con la Compagnia dell'anello nelle miniere di Moria e che cadde insieme allo stregone Gandalf dal ponte di Khazad Dûm.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso