FANDOM



"«E Melkor costruì anche una rocca e un arsenale non lungi dalle rive nordoccidentali del mare, per resistere a ogni assalto che venisse da Aman. A comandare quel luogo forte era Sauron, luogotenente di Melkor; ed esso era detto Angband.»"
—Costruzione di Angband, Il Silmarillion

Angband è il nome di una fortezza sotterranea costruita da Morgoth, che si trovava all'estremo nord del Beleriand tra i Monti di Ferro (Ered Engrin). Inizialmente semplice succursale della fortezza di Utumno e al comando vi era posto Sauron. Dopo la fuga di Morgoth da Valinor, la fortezza divenne la sua dimora ed egli eresse i picchi del Thangorodrim a sua difesa. Durante la Guerra dei Gioielli venne sottoposta ad un assedio di quasi quattro secoli, poi rotto durante la Dagor Bragollach. Nel corso della Prima Era gli unici ad essere riusciti a penetrare nella fortezza e ad uscirne furono Beren e Luthien. Angaband venne distrutta durante la Guerra d'Ira, quando le forze dei Valar sfondarono i suoi cancelli e catturarono Morgoth conducendolo prigioniero a Valinor.

Etimologia Modifica

Angband è un nome di origine Sindarin con il quale era nota la fortezza, e significa "Prigione di Ferro". In Quenya essa era nota come Angamando.

Descrizione Modifica

Angaband era una immensa fortezza sotterranea sormontata dai picchi del Thangorodrim. Sotto le alte mura e i cancelli si dipanava una serie di profondi pozzi e lunghe gallerie; qui l'Oscuro Signore aveva costruito un'immensa serie di fucine e fabbriche d'armi, inoltre vi trovavano nel punto più basso si trovava la sala del trono di Morgoth, un immenso salone oscuro dove si ergeva il suo immenso trono. Si legge nel Silmarillion che davanti alle porte della fortezza, sozzure e desolazione dilagavano verso sud per miglia e miglia dell'ampia piana di Ard-galen, tuttavia dopo l'avvento del Sole abbondante erba vi crebbe e durante l'assedio dei Noldor verzura spuntò persino tra le voragini e le rocce infrante alle soglie infernali.

Popolazione Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi le voci Morgoth, Sauron, Balrog, Mannari e Orchi.


StoriaModifica

Origini e la Seconda Guerra delle Potenze Modifica

In principio fu costruita da Morgoth per potersi difendere da un possibile attacco dei Valar proveniente da Aman, e al suo comando vi furono posti Sauron e Gothmog, Signore dei Balrog. Durante la Seconda Guerra delle Potenze, Angband fu espugnata e distrutta dai Valar, i quali, poi, proseguirono verso Utumno dove infine catturarono lo stesso Morgoth. Per la loro fretta di raggiungere Utumno, però, i Valar non esplorarono a fondo tutte le aule crollate e le sale sotterranee di Angband nelle quali molti servi e creature di Morgoth (tra cui Balrog) rimasero in attesa del ritorno del loro padrone. Anche Sauron riuscì a sfuggire alla cattura.

Il Ritorno da Valinor, le guerre con i Noldor Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi le voci Guerra dei Gioielli, Assedio di Angband, Dagor Bragollach e Nirnaeth Arnoediad.

Quando poi Morgoth, fuggito da Valinor grazie all'aiuto di Ungoliant, fu attaccato dalla stessa nel tentativo di prendere i Silmaril, il suo grido risvegliò i Balrog che si trovavano ancora nascosti tra le rovine di Angband, i quali lo raggiunsero e lo liberarono, mettendo in fuga Ungoliant. In seguito, Morgoth raggiunse la sua vecchia fortezza e iniziò a scavarla nuovamente, radunando a sè tutti i suoi vecchi servitori, e sopra le porte drizzò i tre picchi vulcanici di Thangorodrim come difesa. Da quel momento in poi Morgoth guidò le sue forze da Angband rendendola a tutti gli effetti la sua più grande roccaforte e il suo quartier generale nella Guerra dei Gioielli.

L'Impresa di Beren e Luthien Modifica

La Guerra d'Ira e la distruzione Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi la voce Guerra d'Ira.

Regnò qui fino alla fine della Prima Era, quando Angband fu distrutta nella Guerra d'Ira e Morgoth venne gettato dai Valar nel Vuoto, fuori dai confini del Mondo.