FANDOM


"Quando qui soffierà l'alito nero
E dell'ombra mortal verrà l'impero
E svanirà la luce ed il sereno,
Allora Athelas imploreranno!
Vita ad ogni morente
In mano al re sapiente
"
Il Signore degli Anelli, libro V, cap. VIII, "Le Case di Guarigione".

L'Ombra Nera, meglio nota come Alito Nero, è un pericoloso potere che promana direttamente da Sauron e dai Nazgûl, i suoi servi più potenti. Ne Il Signore degli Anelli ne sono stati colpiti Merry, Frodo (questo in maniera più grave), Faramir e Éowyn.

Effetti Modifica

L'Alito Nero ha il potere di stordire o peggio uccidere chiunque ne venga a contatto. Inoltre, chi è capace di padroneggiare tale potere, può praticamente porsi al pari degli Stregoni che, in quanto Maiar, sono tra gli esseri più potenti della Terra di Mezzo.

I Nazgûl possono inoltre utilizzare delle armi particolari (conosciute anche come Lame Morgul) per infettare più profondamente i nemici. Questo potere si affievolisce con la luce del sole, ragion per cui gli effetti sono più potenti di notte o quando le nubi oscurano il sole.

Gli unici in grado di curare gli effetti dell'Alito Nero sono Elrond Mezzelfo e i Re della stirpe della Casa di Elros; anche l'Athelas può essere utile per combatterne gli effetti maligni.

Storia Modifica

Faramir e Aragorn by Anke Eißmann

Aragorn salva Faramir.

Nel romanzo de Il Signore degli Anelli, il primo a venire in contatto con l'Alito Nero è Merry a Brea: il 29 settembre 3018 TE l'hobbit s'imbatte casualmente nei Nazgûl e fu sopraffatto dal loro potere cadendo a terra svenuto. Quando rinvenne raccontò ai suoi compagni di essere stato come avvolto da un'ombra nera di angoscia e disperazione, e Grampasso gli spiegò che quello era il potere dell'Alito Nero.

In seguito Frodo fu colpito a Colle Vento dal Re Stregone che, grazie alla sua Lama di Morgul, riuscì a contagiarlo con l'Ombra Nera ed a portarlo ad un passo dalla morte e solo il tempestivo intervento di Elrond impedì che si trasformasse a sua volta in uno Spettro.

Altri ad essere colpiti in maniera grave da questo potere furono Faramir, ferito da un dardo Morgul mentre si ritirava da Osgiliath, Merry ed Éowyn che furono investiti da un'ondata di questo potere quando uccisero il Re Stregone. A salvarli da morte quasi certa provvide Aragorn, alle Case di Guarigione, con l'aiuto dell'Athelas.